Condividi:

Resta in carcere Patrick Zaki, lo studente dell’Università Alma Mater di Bologna arrestato per ”propaganda sovversiva su Internet” dalle autorità egiziane all’aeroporto del Cairo il 7 febbraio dello scorso anno. La giustizia egiziana ha disposto altri 45 giorni di  custodia cautelare in carcere. Lo ha riferito all’Ansa una sua legale, Hoda Nasrallah, annunciando l’esito dell’udienza svoltasi ieri e reso noto oggi dalla Procura egiziana. Altri “45 giorni, come ogni volta”, ha detto l’avvocatessa.

Si tratta dell’ennesimo rinnovo del periodo di detenzione dello studente sulla base di un mandato d’arresto spiccato per cinque capi d’accusa, tra i quali figurano la pubblicazione di notizie false su Facebook e il tentativo di rovesciare il governo del presidente Abdel Fatah al Sisi. Lo studente trascorrerà dunque in carcere anche il trentesimo compleanno.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy