Condividi:
122139635 cc36ecb9 5b00 42af aaf2 2d893a890a6d - Arriva Lucifero e sarà la settimana più calda dell'estate. Bollino rosso per 8 città

Ribattezzato Lucifero dal team del sito IlMeteo.it l’anticiclone subtropicale africano, che ha iniziato nei giorni scorsi il suo viaggio verso l’Italia, promette un’ondata di calore mai vista quest’estate. Quella che è appena iniziata sarà, difatti, secondo le previsioni fatte fin qui dagli esperti, la settimana più calda della stagione 2021, con temperature che potranno raggiungere i 47-48 gradi al Sud. Non ci saranno, però, solo le temperature a tratti eccezionali a rendere questa fiammata africana forse la più intensa della stagione, ma ci penserà anche la tenacia con quale l’anticilone avvolgerà il nostro Paese per diversi giorni visto che, almeno fino a Ferragosto, non si intravedono grandi segnali di cambiamento.

“Pepariamoci a quella che potrebbe essere la settimana più calda dell’estate in quanto l’anticiclone africano, da noi nominato come Lucifero, darà il meglio di sé portando non solo tanta stabilità atmosferica, ma anche caldo a tratti eccezionale su molti angoli del Paese”, spiegano da ILMeteo.it aggiungendo che ora “l’alta pressione africana troverà ulteriore energia per spingere la sua influenza verso Nord (nei giorni passati bersagliato da piogge e temporali, ndr) avvolgendo in forma più omogenea tutto il nostro Paese”.

Le previsioni: otto città da bollino rosso

Intanto otto città italiane, secondo il bollettino del ministero della Salute sulle ondate di calore, saranno da Bollino rosso. L’allerta massima di livello 3 riguarda domani quattro città, ovvero Bari, Campobasso, Rieti e Roma e otto mercoledì 11 agosto. Si tratta di  Bari, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma.

“Dopo un lunedì con qualche raro temporale sulle estreme regioni alpine del Nordest, da martedì 10 l’alta pressione si estenderà a tutta l’Italia. Oltre al grande caldo che continuerà a colpire soprattutto le regioni del Sud e le due isole Maggiori, Lucifero ci proporrà anche una novità nei prossimi giorni” spiegano da ILMeteo.it cisto che “salvo improbabili sorprese fino al weekend di Ferragosto tutto il Paese sarà ancora avvolto da una caldissima atmosfera con temperature davvero molto alte. I picchi elevati di temperatura e soprattutto la durata dell’evento, ci porteranno a considerare questa nuova settimana come la più calda, almeno fino ad ora, di questa estate 2021”.

Allarme Coldiretti: troppo caldo per frutta e verdura

In molte aree dell’Italia il caldo torrido e la mancanza di precipitazioni sta bruciando la frutta e verdura nei campi con la perdita di un intero anno di lavoro. A lanciare l’allarme è la Coldiretti, che si sofferma sugli effetti delle alte temperature su meloni, angurie, peperoni e pomodori ustionati dai raggi del sole che stanno scottando anche agrumi, clementine precoci e bergamotto. Coldiretti spiega che l’ondata di calore sta distruggendo i raccolti nelle campagne, “provocando anche una rilevante caduta delle olive dagli alberi, oltre a stress per gli animali nelle stalle con il crollo della produzione di latte”. Una situazione fa notre l’associazione “che fa salire ben oltre il miliardo il conto dei danni provocati nel 2021 all’agricoltura italiana dagli eventi estremi” tanto che quest’anno, per effetto dei cambiamenti climatici, le produzioni nazionali “hanno subito tagli che vanno dal 5 al 10% per le previsioni di vendemmia, al 10% per il grano mentre è praticamente dimezzata la frutta nazionale con cali del 30% per le ciliegie, del 40% per le pesche e nettarine fino al 50% per le albicocche, rispetto a una annata normale”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy