Condividi:

235527971 b5bf317e 2eb0 4078 a979 f4961ae0a25a - Chiaro e innovativo: il sito di Repubblica cambia carattere

ROMA – In tempi confusi e complessi servono chiarezza e autorevolezza, senza rinunciare alla ricchezza e alla velocità. È la sfida a cui risponde il nuovo sito di Repubblica, in linea da oggi.

Un sito più ordinato e veloce, pensato per essere usato con la stessa facilità su qualunque dispositivo, e che farà sentire immediatamente a casa ogni lettore.

Non si tratta di un semplice restyling, ma di un intervento radicale, innovativo, sulla tecnologia e sulla struttura delle pagine, che ha coinvolto per quasi un anno un team di giornalisti, data analyst, sviluppatori e grafici.

Agli occhi del visitatore balzeranno la grafica più chiara, i caratteri più leggibili, la navigazione semplificata, la scansione degli argomenti più intuitiva.

Per la prima volta, il sito di Repubblica è stato pensato partendo dal mobile, ormai di gran lunga il mezzo preferito dai suoi oltre 3 milioni e mezzo di lettori giornalieri (dato certificato Audiweb) per consultare le notizie, i video e gli approfondimenti. Navigando su www.repubblica.it, da pc ma soprattutto da smartphone, sarà possibile apprezzarne la velocità, che pone Repubblica ai vertici dei benchmark internazionali anche in condizioni di connettività non ottimali.

Rinnovata e potenziata anche l’offerta per gli abbonati: accanto alle notizie in tempo reale aggiornate 24 ore su 24, sette giorni su sette (che restano gratis per tutti), ai commenti, agli editoriali e agli approfondimenti delle grandi firme, la comunità intellettuale che dal 1976 si incontra, si informa e si confronta sotto il logo della R può trovare un’offerta sempre più ricca, pensata per il digitale.

Le newsletter, che a partire dal “Buongiorno” del direttore Maurizio Molinari fino all’ “Anteprima” con il meglio del quotidiano della mattina dopo, accompagnano il lettore per tutta la giornata, dalla politica, con Stefano Cappellini, al tennis, con Gianni Clerici e Dario Cresto-Dina, passando per le note dalle capitali internazionali dei nostri corrispondenti.

I podcast, che oltre a permettere di ascoltare gli articoli del giorno mentre ci si prepara o si va al lavoro, offrono un palinsesto completo di appuntamenti, dalla “Prima cosa bella” di Gabriele Romagnoli, agli “Indizi” di Filippo Ceccarelli, all’Outlook economico e finanziario di Federico Rampini, fino al più recente “10 in Condò”, in cui Paolo Condò risponde con Andrea Iannuzzi alle domande degli ascoltatori sulla settimana sportiva.

I “Longform”, le grandi inchieste di Repubblica, nate sul digitale, che ogni settimana propongono una narrazione esclusiva sui grandi temi e gli eventi del presente e del passato, dal Caso Becciu alla strage di Bologna, da Alex Schwazer a Matteo Messina Denaro, dal covid alla “gig economy”.

E ancora, le videoinchieste di RepTv e gli speciali multimediali e interattivi del Visual Lab. Un’offerta in continua crescita che proprio oggi, in occasione del lancio del nuovo sito, è possibile provare in promozione a 1 euro al mese per i primi tre mesi.

«Navigare e informarsi sul nuovo sito di Repubblica diventa da oggi l’esperienza digitale più avanzata e innovativa sul mercato editoriale italiano», spiega il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari. «Perché chi l’ha studiata, immaginata e realizzata ha scelto di mettersi dalla parte dei lettori. Perché le tecnologie che adoperiamo sono le più innovative e continueremo ad aggiornarle. E perché ciò che più ci distingue è la qualità dei contenuti».
 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy