Condividi:

Quasi mille birmani hanno manifestato a Yangon, la più grande manifestazione dal colpo di stato contro Aung San Suu Kyi, mentre i generali golpisti, con cui l’Onu ha stabilito un primo contatto, hanno censurato internet. “Abbasso la dittatura militare”, hanno gridato i manifestanti nella capitale economica, sventolando bandiere rosse con i colori della Lega nazionale per la democrazia (LND), il partito della leader 75enne, arrestata lunedì.

Si continua a stringere la morsa dei militari in Myanmar: dopo il blocco di Facebook, è stato ordinato anche il fermo di Twitter ed Instagram. Mpt, il più grande provider di telecomunicazioni nel Paese, ha bloccato l’accesso a Twitter a mezzanotte.

Il gruppo norvegese Telenor ha fatto sapere che “tutti gli operatori mobili, i gateway internazionali e i fornitori di servizi Internet in Myanmar hanno ricevuto una direttiva dal Ministero dei trasporti e delle comunicazioni perchè blocchino fino a nuovo avviso le piattaforme di social media Twitter e Instagram”. NetBlocks, un servizio che tiene traccia delle interruzioni e degli arresti di Internet in tutto il mondo, ha segnalato le restrizioni su diverse altre reti.

Twitter ha condannato l’ordine dell’esercito birmano di bloccare l’accesso alla sua piattaforma, pochi giorni dopo il colpo di stato che ha rovesciato il governo civile di Aung San Suu Kyi. “Siamo profondamente preoccupati per l’ordine di bloccare i servizi Internet”, ha detto un portavoce di Twitter. Ciò mina “il diritto delle persone di far sentire la propria voce”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy