Condividi:

coronavirus giornata record di casi nel mondo oltre 284mila francia no a viaggi in catalogna - Coronavirus, giornata record di casi nel mondo: oltre 284mila. Francia, no a viaggi in Catalogna

I casi di coronavirus a livello globale segnano un altro record giornaliero: secondo i conteggi dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ieri i nuovi contagi nel mondo sono stati almeno 284.196, un dato che potrebbe anche aumentare nelle prossime ore perchè ancora non tutti i Paesi hanno aggiornato l’Oms sulla loro situazione. Per il momento, quindi, si tratta di un incremento di quasi il 15% rispetto ai 247.224 casi riportati giovedì. Il record giornaliero precedente era stato segnato sabato scorso con 259.848 casi, riporta la Cnn. Nel complesso, ad oggi sono stati notificati all’Oms 15.296.926 contagi accertati. Sempre nella giornata di ieri l’Oms ha registrato ulteriori 9.753 decessi, un dato che porta il totale dall’inizio della pandemia a quota 628.903. Le misure sanitarie contro l’epidemia stanno riprendendo forza ovunque.


Mascherine obbligatorie da McDonald’s negli Usa

Gli Stati Uniti sono il Paese più in lutto con 145.000 morti legati al Covid-19. Oltre 70mila nuovi casi sono stati contati venerdì, e 1.150 morti, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Il numero totale di infezioni diagnosticate sul suolo americano dall’inizio della pandemia è di 4,1 milioni. Il gigante del fast food McDonald’s costringerà tutti i suoi clienti a indossare le mascherine dal primo agosto.

La situazione nel mondo: grafici e mappe
La timeline

“La recente ripresa dei casi di Covid-19 in alcuni paesi dopo il rilassamento delle misure di allontanamento è certamente motivo di preoccupazione “, ha detto ad Afp un portavoce della filiale europea dell’Organizzazione mondiale della Salute (OMS).

L’organizzazione ha invitato i paesi europei a rimanere reattivi e ad alzare “attentamente” le restrizioni o addirittura a reintrodurle, se necessario. Diversi paesi della regione hanno intensificato i controlli sui viaggiatori.

La Germania offre test libero per i viaggiatori che ritornano nel Paese. E la Francia, dove la circolazione virale è “in forte aumento” secondo le autorità sanitarie, ha reso obbligatori i test per i viaggiatori che arrivano da 16 paesi, tra cui Stati Uniti e Algeria Il primo ministro Jean Castex ha raccomandato ai francesi di “evitare” di recarsi in Catalogna, nella Spagna nord-orientale, dove venerdì il governo ha ordinato la chiusura di locali notturni e bar di fronte all’aumento infezioni S.

La Norvegia ha nuovamente imposto restrizioni sui viaggi con la Spagna, dove l’epidemia è in aumento. Venerdì il Belgio ha battuto un record triste: una bambina di tre anni è morta di Covid-19 pochi giorni fa, hanno annunciato le autorità sanitarie, rendendola la più giovane vittima del virus in questo paese che sta vivendo un aumento della contaminazione, con 64.847 casi. In Inghilterra, l’obbligo di indossare la maschera nei negozi e nei supermercati è entrato in vigore mentre le piscine e le palestre riapriranno sabato.

In America Latina e nei Caraibi, anche la soglia di quattro milioni di casi è stata superata. Il solo Brasile ora ha oltre 2,2 milioni di casi. San Paolo ha deciso di rimandare il suo seno sinusoidale di carnevale e Rio de Janeiro sta prendendo in considerazione questa opzione.

La situazione è particolarmente drammatica in Perù, dove il sistema sanitario nella seconda città del paese, Arequipa, è totalmente saturo. Le persone infette dormono in tende fuori dagli ospedali o nelle loro macchine, sperando di trovare un posto. “Il mondo è infestato”, lamenta Raquel Barrera, un salvadoregno di 28 anni i cui due genitori sono morti di Covid-19, come tre dei suoi fratelli, in meno di due mesi. In Nicaragua, le maschere saranno anche per le regine di bellezza mentre la competizione per la corona di Miss Nicaragua 2020 è mantenuta ma a porte chiuse.

Nel frattempo, Panama ha annunciato di voler rinunciare all’organizzazione della Coppa del mondo femminile Under 20, che avrebbe dovuto svolgersi all’inizio del 2021, così come ai Giochi sportivi dell’America centrale e dei Caraibi nel 2022. Secondo il Croce Rossa, il devastante bilancio economico della pandemia rischia anche di innescare nuove ondate migratorie una volta riaperte le frontiere. In altre parti del mondo, anche le cifre continuano a salire.

In India, 740 nuovi decessi attribuiti a Covid-19 sono stati registrati in 24 ore, secondo un rapporto ufficiale di venerdì. Con 30.000 morti, il paese diventa il sesto con il maggior numero di morti, dietro Stati Uniti, Brasile, Gran Bretagna, Messico e Italia. Diversi paesi hanno scelto di reimporre misure di contenimento parziale.

I circa 10 milioni di abitanti di Tokyo sono stati invitati a rimanere a casa da giovedì, il primo giorno di un lungo weekend di vacanza.

Ad Anversa, in Belgio, le riunioni di oltre 10 persone sono vietate da sabato. In un raro segno di ottimismo, l’Arena di Verona in Italia ospiterà il loro primo concerto sabato dal parto e nel Regno Unito, il Brighton Open air Theatre riaprirà al pubblico

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy