Condividi:

Sono 791.734 i vaccini somministrati in Italia, e 14.242 i nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore con 141.641 tamponi, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 616. Ieri ci sono stati 448 morti e 12.532 nuovi positivi con 91.656 tamponi. Il tasso di positività è del 10,05%, in calo rispetto al 13,6% di ieri, secondo i dati del ministero della Salute.

In totale dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate 2.303.263 persone e ne sono morte 79.819. Gli attualmente positivi sono 570.040 (-5.939 rispetto a ieri), i dimessi e i guariti 1.653.404 (+19.565). 

Ancora in aumento i ricoveri ordinari, 109 in più (ieri +176), per un totale di 23.712, mentre le terapie intensive calano di 6 unità (ieri +27) con 196 ingressi del giorno, e scendono a 2.636. In isolamento domiciliare ci sono 543.692 persone, 6.042 in meno di ieri.

Le regioni con il maggior numero di tamponi positivi sono: Veneto 2.134, Sicilia 1.913, Emilia Romagna 1.563, Lazio 1.381, Puglia 1.261, Lombardia 1.146.

In Italia somministrati 731.539 vaccini 

Sono 731.539, fino ad oggi, i vaccini somministrati in Italia, pari al 73,6% delle dosi consegnate. È quanto emerge dai dati pubblicati nel report vaccini anti Covid-19 del commissario straordinario all’emergenza coronavirus Domenico Arcuri. In particolare, sono 453.421 le donne vaccinate e 278.118 gli uomini. Gli operatori sanitari e sociosanitari a cui è stato somministrato il vaccino sono 578.625 e 50.704 sono gli ospiti delle Rsa vaccinati. In testa per percentuale di vaccini somministrati ci sono l’Umbria con il 104,4%, la Valle d’Aosta con il 99,9% e il Veneto con il 96,6%. Fanalino di coda la Provincia autonoma di Bolzano con il 31,8% delle dosi iniettate.

Carceri, casi in aumento: 624 i detenuti positivi

Sono 624 (di cui 22 nuovi giunti) i detenuti attualmente positivi, su un totale di presenze in carcere pari a 52.404. Un dato in netto aumento rispetto a quello – 537 positivi – registrato sabato scorso. È quanto emerge dal report del ministero della Giustizia, pubblicato oggi con dati aggiornati a ieri sera.

Dei 624 detenuti positivi, 587 sono asintomatici, mentre 11 sintomatici sono gestiti all’interno degli istituti di pena, e 26, invece, sono ricoverati in ospedale. Per quanto riguarda gli agenti penitenziari, su un totale di 36.939 unità in servizio, i positivi al coronavirus sono 647, di cui 622 in quarantena nelle loro case, 11 in caserma e 14 ricoverati. Infine, tra il personale amministrativo e dirigenziale dell’Amministrazione penitenziaria, su 4.021 dipendenti i positivi al Covid risultano essere 61: soltanto uno è ricoverato.

Viminale, oltre 110mila controlli e 771 sanzioni

Sono oltre 110mila i controlli eseguiti dalle forze di polizia ieri sul rispetto delle misure anti-covid. Secondo i dati del Viminale, sono 95.830 le persone sottoposte a verifica, di cui 747 sanzionate e 16 denunciate per violazione della quarantena. Sono inoltre 14.236 gli esercizi commerciali o attività controllati, 24 i titolari sanzionati e sette le attività chiuse.

VALLE D’AOSTA

Un nuovo decesso che porta il totale a 392 e 423 casi positivi attuali, -10 rispetto a ieri, di cui 49 ricoverati in ospedale uno in terapia intensiva e 382 in isolamento domiciliare. Sono i numeri dell’emergenza in Valle d’Aosta resi noti oggi dal bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. Da inizio epidemia, i casi positivi sono 7546, + 14, i guariti 6722, + 23, i tamponi fino ad oggi effettuati sono 77.309, +422, di cui 11899 processati con test antigienico rapido.

PIEMONTE

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 939 nuovi casi, pari all’5,2% dei 18.152 tamponi eseguiti, di cui 10.711 antigenici. Dei 939 nuovi casi gli asintomatici sono 374, pari al 39,8 %. Il totale dei casi positivi diventa quindi 212.413, così suddivisi su base provinciale: 18.887 Alessandria, 10.989 Asti, 7.364 Biella, 29.500 Cuneo, 16.594 Novara, 110.750 Torino, 8.050 Vercelli, 7.455 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.104 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.720 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Sono 42 i decessi, di cui 3 si sono verificati oggi. Il totale è ora di 8.237 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.257 Alessandria, 527 Asti, 337 Biella, 948 Cuneo, 684 Novara, 3.758 Torino, 385 Vercelli, 264 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 77 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

I ricoverati in terapia intensiva sono 171 (-6 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2653 (-52 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 11.946. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.158.254 (+18.152 rispetto a ieri), di cui 956.158 risultati negativi. I pazienti guariti sono complessivamente 189.406 (+2694 rispetto a ieri)

made with flourish - Coronavirus, il bollettino di oggi 12 gennaio: 791.734 vaccinati, 14.242 nuovi casi con 141.641 tamponi. I morti sono 616

LIGURIA

Sono altri 28 i decessi di persone positive al coronavirus registrati in Liguria, secondo l’ultimo bollettino diffuso dalla Regione. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 3.046. In ospedale sono 796 i pazienti Covid, 5 in meno di ieri. Di questi, 65 sono in terapia intensiva. Sono invece 276 i nuovi casi di positività al virus; nelle ultime 24 ore effettuati 5.060 tamponi molecolari, 749.871 da inizio emergenza. Effettuati in un giorno anche 2.066 tamponi antigenici rapidi, 186.488 dal 2 novembre scorso.

LOMBARDIA

A fronte di 15.964 tamponi effettuati, sono 1.146 i nuovi positivi registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore (7,1% il rapporto postivi/tamponi, ieri 10,7%). I guariti/dimessi sono 1.184. I tamponi effettuati: 15.964, per un totale complessivo di 5.077.338. Il numero dei ricoverati in terapia intensiva è 466 (+4); i ricoverati non in terapia intensiva sono 3.641 (+119). Si registrano 54 decessi.

Per quanto riguarda le province, sono 355 i nuovi casi nella Città metropolitana di Milano, di cui 135 a Milano città, 154 a Mantova, 144 a Varese, 135 a Brescia, 95 a Pavia.

PROVINCIA DI TRENTO

Altri 10 morti in Trentino. L’Azienda provinciale per i servizi sanitari informa che i decessi sono avvenuti tutti in ospedale: si tratta di 8 uomini e di 2 donne di età compresa fra i 71 e gli 88 anni. Nel bollettino di oggi sono riportati inoltre i contagi rilevati nelle ultime ore: 62 nuovi casi positivi al molecolare e 153 all’antigenico. Sono state inoltre confermate dai test molecolari 172 positività intercettate nei giorni scorsi dai tamponi rapidi. 

PROVINCIA DI BOLZANO

In Alto Adige sono 402 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore. L’azienda sanitaria provinciale scinde le positività, 99 sono emerse da 1.523 tamponi molecolari processati e 303 dall’effettuazione di 5.805 test rapidi antigenici. Le persone che in provincia di Bolzano sono state trovate positive ad un tampone molecolare sono 31.743 su 167.793 testate. Le persone guarite sono 19.264. Nella giornata di ieri i decessi sono stati 4 per un totale di 783. Prosegue la pressione sugli ospedali. I pazienti covid ricoverati nei normali reparti sono 222 mentre quelli che necessitano delle cure della terapia intensiva sono 25. I pazienti infetti che si trovano nelle strutture private convenzionate sono 158. Ritornano a salire le persone in isolamento domiciliare che attualmente sono 10.204.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 7.714 tamponi molecolari sono stati rilevati 586 nuovi contagi ai quali si aggiungono 61 casi già risultati positivi al tampone antigenico nei giorni scorsi e confermati da test molecolare, con una percentuale di positività dell’8,39%. Sono inoltre 2.016 i test rapidi antigenici realizzati e in cui sono stati rilevati 168 nuovi casi (8,33%). I decessi registrati sono 20, ai quali si aggiungono 2 morti pregresse afferenti al periodo tra il 23 novembre e l’11 dicembre 2020. I ricoveri nelle terapie intensive sono 68 mentre quelli in altri reparti scendono a 671.

I decessi complessivamente ammontano a 1.950, con la seguente suddivisione territoriale: 483 a Trieste, 905 a Udine, 428 a Pordenone e 134 a Gorizia. I totalmente guariti aumentano a 41.208, i clinicamente guariti salgono a 1.165, mentre le persone in isolamento sono 12.179. Da inizio pandemia i casi da tampone molecolare sono 57.241 con la seguente suddivisione territoriale: 11.935 a Trieste, 25.119 a Udine, 12.318 a Pordenone, 7.150 a Gorizia e 719 da fuori regione.

VENETO

Sono 2.134 i nuovi contagiati in Veneto (il 4% del totale di 52mila tamponi effettuati in 24 ore). I dati sono stati forniti dalla Regione Veneto. Il totale dei ricoveri sale ad un totale di 3.419 posti letto occupati (+34 in area non critica e +2 in terapia intensiva). Le variazioni sono dovute anche a ritardi nell’inserimento dei dati legati al fine settimana. Sono 166 i nuovi decessi registrati (anche in caso caso dati influenzati da ritardi nella contabilità sanitaria legati al weekend appena concluso) per un totale di 7.593 dal 21 febbraio ad oggi.

made with flourish - Coronavirus, il bollettino di oggi 12 gennaio: 791.734 vaccinati, 14.242 nuovi casi con 141.641 tamponi. I morti sono 616

EMILIA – ROMAGNA

In Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore ci sono stati 51 morti, il più giovane dei quali è un uomo di 58 anni deceduto in provincia di Parma. Si sono registrate 1.563 nuove positività, individuate sulla base di 16.653 tamponi. Dei nuovi contagiati circa la metà, 783, sono asintomatici. I casi attivi sono 60.192, e il 95,1% di loro è in isolamento domiciliare, perché non necessita di cure particolari. In lieve calo anche i ricoverati che sono 237 in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri), 2.730  negli altri reparti Covid (-11).

Delle 51 nuove vittime, in larga parte persone anziane, nove sono in provincia di Modena, otto a Piacenza (una delle quali residente in Lombardia), sette a Bologna, sei a Reggio Emilia e Ravenna, cinque nel Ferrarese, quattro a Rimini, tre nelle province di Parma e Forlì-Cesena.

TOSCANA

Sono 303 in Toscana i positivi in più rispetto a ieri, su un totale, da inizio epidemia, pari a 125.633 unità. I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età mediana dei 303 casi odierni è di 47 anni circa (il 17% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 27% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, il 15% ha 80 anni o più). I guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 113.005 (89,9% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.978.712, 7.569 in più rispetto a ieri, di cui il 4% positivo. Sono, invece, 2.634 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui l’11,5% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 5.232 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 8.723, -3,3% rispetto a ieri. Le persone ricoverate sono complessivamente 910 (23 in meno rispetto a ieri, meno 2,5%), 137 in terapia intensiva (7 in meno rispetto a ieri, meno 4,9%). Oggi si registrano 21 nuovi decessi: 12 uomini e 9 donne con un’età media di 87,2 anni.

UMBRIA

Sono 205 i nuovi positivi emersi in Umbria nell’ultimo giorno, 31.160 totali. È quanto si legge sul sito della Regione. I guariti sono stati 121, 26.140, e otto i morti, 672. Tornano a crescere gli attualmente positivi, ora 4.348, 76 in più di ieri. I tamponi analizzati sono stati 3.946, 533.099, con un tasso di positività in discesa al 5,1 per cento (ieri al 9,8). I ricoverati sono 325, due in più di ieri, 56, cinque in più, in terapia intensiva.

LAZIO

Oggi su oltre 13mila tamponi (+2.702) nel Lazio si registrano 1.381 casi positivi (+127), 42 i decessi (-3) e +1.633 i guariti. Diminuiscono i decessi e i ricoveri, mentre aumentano i casi e le terapie intensive. Lo ha reso noto l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10% “ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4%. I casi a Roma città tornano a quota 800”, ha spiegato.

Nel Lazio sono 78.587 i casi attualmente positivi, di cui 2.871 ricoverati, 326 in terapia intensiva, e 75.390 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono in totale 99.491, i decessi 4.218 e il totale dei casi esaminati è pari a 182.296.

MARCHE

Nelle Marche sono stati individuati nelle ultime 24 ore 499 nuovi casi, il 28,8% rispetto ai 1.732 tamponi processati all’interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 333, il 47,2% rispetto dei 706 test effettuati. Il totale dei positivi dall’inizio della crisi pandemica è salito così a 47.647. Lo si apprende dal primo aggiornamento del Servizio sanitario regionale. Questi casi comprendono 51 soggetti sintomatici, 99 contatti in ambiente domestico, 163 contatti stretti con positivi, 22 contatti rilevati in ambienti di lavoro, 14 in ambienti di socialità, 7 in ambiente assistenziale, 11 contatti con il coinvolgimento di studenti e 4 contatti rilevati attraverso lo screening nel percorso sanitario; per altri 128 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sempre ieri, sono stati effettuati 1.782 test antigenici e riscontrati 84 casi di positività (4,7%), che saranno sottoposti al tampone molecolare, e 2.101 nel percorso guariti, con un rapporto positivi-testati pari al 14,2%.

ABRUZZO

Sono 152 i nuovi casi di contagio in Abruzzo registrati oggi e risultati dai 2.517 tamponi effettuati. I nuovi contagi, che portano il totale da inizio pandemia a 38.025, riguardano persone di età compresa tra 1 anno e 89 anni e includono 19 ragazzi sotto i 19 anni: 3 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo. Del totale dei casi positivi, 11.526 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+27 rispetto a ieri), 8.224 In provincia di Chieti (+28), 7.692 in provincia di Pescara (+57), 10.104 in provincia di Teramo (+43), 318 fuori regione (+2) e 161 (-5) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

I decessi di oggi sono 6, di questi 2 risalenti ai giorni scorsi ma comunicati solo oggi dalle Asl. Riguardano persone di età compresa tra 69 e 88 anni (1 in provincia di Chieti, 3 in provincia di Pescara, 2 in provincia di Teramo) e portano il totale a 1.291. Sono 478 i pazienti (+7 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 38 (invariato rispetto a ieri con 1 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.621 (-250 Rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 25.597 dimessi/guariti (+389 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11.137 (-243 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza sono stati eseguiti complessivamente 546.247 tamponi molecolari.

Diverse decine di casi dovuti a sospette varianti del coronavirus sono state accertate in Abruzzo. Sui campioni, inviati all’Istituto Superiore di Sanità, sono in corso accertamenti. Alcuni dei casi in questione sarebbero compatibili con la cosiddetta variante inglese. Si tratta, secondo quanto apprende l’Ansa, di soggetti risultati positivi nel dicembre 2020. Il primo caso compatibile con la variante inglese, nel Chietino, risale infatti al 10 dicembre. Due i laboratori abruzzesi individuati per sequenziare il virus: quello di Genetica molecolare dell’Università di Chieti e l’Istituto Zooprofilattico di Teramo.

CAMPANIA

Ci sono 662 nuovi positivi in Campania, di cui 25 sintomatici, su 8.747 tamponi processati. La percentuale dei contagiati sui tamponi è al 7.6%. I deceduti sono 44, di cui 13 nelle ultime 48 ore, e 2.746 i guariti. Questi i dati diffusi dall’unità di crisi regionale. Dall’inizio dell’emergenza a oggi, il totale dei positivi arriva a 201.454 su oltre 2 milioni di tamponi. Sono 3.209 I deceduti dall’inizio della pandemia in Campania e 125.656 I guariti. Sono 109 i pazienti in terapia intensiva (su 656 posti letto disponibili) e 1.414 quelli in degenza (su 3.160 posti disponibili).

MOLISE

Nelle ultime 24 ore in Molise si è registrato un nuovo decesso, 219 in totale dall’inizio dell’emergenza, 97 nuovi contagi, in aumento  rispetto a ieri (24), a fronte di 850 tamponi processati, ieri 290, 132 guariti. È quanto emerge dal report diffuso in serata dall’Azienda sanitaria regionale (Asrem). Il totale degli attualmente positivi è 1.128, 55 i ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, 4 in meno rispetto a ieri, 9 in terapia intensiva (+3). Gli asintomatici a domicilio sono 1.052, mentre il totale dei soggetti in isolamento è 1.684, 2.328 le visite totali domiciliari effettuate dalle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca).

BASILICATA

In Basilicata ieri sono stati analizzati 1.222 tamponi: 171 sono risultati positivi, ma di questi solo 156 appartengono a persone residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati tre decessi, con il totale delle vittime lucane salito a 274. Come ieri, sono 98 le persone ricoverate negli ospedali lucani, mentre scende da sei a quattro il dato dei posti occupati in terapia intensiva. Con 89 guariti (in totale 4.984), i lucani attualmente positivi sono 6.500 (6.402 in isolamento domiciliare). Dall’inizio dell’epidemia in Basilicata sono stati analizzati 195.667 tamponi, 181.315 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 123.222 persone.

PUGLIA

Sono state 42 le vittime del coronavirus in Puglia nelle ultime ore. È quanto si legge nel bollettino diffuso dalla task force regionale che si occupa della pandemia in cui sono segnalati 22 decessi. Scende invece, il tasso di positività che oggi, in base ai dati forniti, è al 12 per cento. Perché dei 10.458 test analizzati per accertare l’infezione da coronavirus, 1.261 hanno dato esito positivo. I guariti, da inizio epidemia a oggi, sono 45.506 mentre gli attualmente positivi sono 55.250, di cui 1.562 ospedalizzati.

CALABRIA

Sono 249 i casi di positività riscontrati in Calabria su 2.517 tamponi esaminati. Rispetto a ieri il numero delle persone risultate positive è salito a 27.453. In cura nelle strutture ospedaliere e in isolamento controllato vi sono 9.744 persone. Sono 297 i pazienti ricoverati in ospedale, di questi 22 in terapia intensiva: 7 a Catanzaro, 6 a Reggio Calabria, 9 a Cosenza. Dall’inizio dell’emergenza le persone controllate sono state 446.647, quelle risultate negative sono 419.194. I decessi sono 520, le persone guarite sono salite a 17.189. I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 40, Catanzaro 29, Crotone 1, Vibo Valentia 10, Reggio Calabria 169.

SICILIA

Sono 1.913 i nuovi positivi in Sicilia su 10.743  tamponi con un tasso di positività in leggera discesa ma sempre molto alto al 17,8% (ieri era al 18,2%) Le vittime sono state 40 nelle ultime 24 ore che portano a 2805 deceduti dall’inizio della pandemia. I positivi sono 44.038 con un aumento di 1.219 casi. Negli ospedali i ricoveri sono 1.551, 45 in più rispetto a ieri, dei quali 209 in terapia intensiva, uno in più rispetto a ieri.  I guariti sono 654. La distribuzione nelle province vede Palermo con 582 casi, Catania con 486, Messina 331, Trapani 231, Caltanissetta 123, Agrigento 52, Enna 46, Ragusa 41, Siracusa 21.

SARDEGNA

In Sardegna l’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale segnala 411 nuovi casi positivi e altre 14 vittime, che portano a 850 il numero dei morti per Covid-19 dal marzo 2020. Il numero dei casi rilevati sale a 34.436. Le vittime risiedevano sei nella provincia del Sud Sardegna, quattro della provincia di Oristano, due della Città Metropolitana di Cagliari e due rispettivamente delle province di Sassari e Nuoro. In totale sono stati eseguiti 512.981 tamponi con un incremento di 2.620 test.

Sono 522 i ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+5 rispetto al dato di ieri), mentre sono 45 (-3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.846. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 15.786
(+226) pazienti guariti, più altri 387 guariti clinicamente. Ecco la distribuzione territoriale dei casi finora rilevati in Sardegna: 7.870 (+137) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 5.652 (+87) nel Sud Sardegna, 2.774 (+28) a Oristano, 6.970 (+58) a Nuoro, 11.170 (+101) a Sassari.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy