Condividi:

La situazione nel mondo: grafici e mappe
La timeline

Medici militari in Texas

Il Pentagono ha dispiegato medici militari in in Texas per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Il personale medico in divisa, 50 addetti del 627esimo Hospital Center di Carson, in Colorado, fornirà assistenza alle strutture ospedaliere di San Antonio, su richiesta della Fema (Federal Emergency Management Agency), la protezione civile Usa.

In Texas, tra gli Stati al momento più colpiti dalla pandemia, i casi sono arrivati a 194.000 e i morti sono 2.600. Non solo gli ospedali del Texas sono al limite della capienza, soprattutto terapia intensiva, ma sono a corto di personale, decimato dalle infezioni.

L’allarme di Fauci

La situazione della pandemia da coronavirus negli Stati Uniti è “davvero non buona”. Lo ha sottolineato il virologo della Casa Bianca Anthony Fauci, durante un evento on line organizzato dal National Institute of Health mentre i contagi avanzano ad una tasso di 50.000 al giorno. “Siamo ancora profondamente immersi nella prima ondata” di questa pandemia, ha avvertito Fauci, stigmatizzando le riaperture premature in molti Stati come Florida e Texas. Fauci ha dunque sottolineato come l’Europa abbia gestito il virus molto meglio degli Usa ed ha esortato gli americani a praticare il distanziamento sociale e ad evitare i posti affollati.

Australia, Melbourne tornerà in lockdown

La seconda città australiana, Melbourne, rientrerà in ‘lockdown’ a partire da giovedì. Lo ha annunciato il premier dello Stato di Victoria, Daniel Andrews, come riferisce il Guardian. Il provvedimento rimarrà in vigore per sei settimane. Melbourne ha registrato un aumento dei casi di Covid-19: nelle ultime 24 ore sono stati 191 i nuovi contagi, incremento record su base giornaliera. Le autorità australiane questa settimana avevano già deciso di isolare lo Stato di Victoria, nel tentativo di contenere il preoccupante riacutizzarsi della diffusione del virus.

Bolsonaro ha sintomi Covid

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha i sintomi del nuovo coronavirus: lo ha affermato lui stesso a Cnn Brasil.Bolsonaro, che ha compiuto 65 anni a marzo, ha dichiarato di avere 38 di febbre e una saturazione di ossigeno nel sangue pari al 96%. Il capo dello Stato ha anche precisato che sta prendendo idrossiclorochina. Il risultato del test a cui Bolsonaro si è nel frattempo sottoposto dovrebbe uscire nelle prossime ore. A causa dei sintomi, la sua agenda per il resto della settimana è stata annullata. Il Brasile ha raggiunto lunedì 1.623.284 casi confermati di coronavirus: lo rende noto il Consiglio nazionale dei segretari sanitari (Conass).   In base ai nuovi dati, nelle ultime 24 ore ci sono stati ulteriori 20.229 contagi e 620 decessi.  Il totale delle vittime dall’inizio della pandemia è così salito a 65.487.

Cina, a Pechino primo giorno senza nuovi casi dopo quasi un mese

A quasi un mese dall’allarme scattato per il nuovo focolaio di coronavirus a Pechino, la capitale non registra nuovi casi di trasmissione locale di Covid-19 e il bollettino resta fermo a 335 contagi dall’11 giugno. La Commissione sanitaria della città segnala invece un nuovo caso relativo a un soggetto asintomatico. In tutto il gigante asiatico sono otto i nuovi casi ‘importatì – a Shanghai, nelle province di Guangdong, Liaoning e Sichuan e nella regione della Mongolia Interna – con il totale che sale a 1.942. La Cina, primo Paese a fare i conti con l’emergenza coronavirus, segnala 83.565 casi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I dati ufficiali parlano di 4.634 decessi, mentre sono 78.528 le persone guarite.Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy