Condividi:

 “Non siamo mai stati così preoccupati come adesso”, “siamo in una situazione di emergenza molto seria” e “avremo un Natale davvero terribile se non intraprendiamo qualcosa contro la tendenza attuale”. È quello che ha detto il presidente del Robert Koch Institut, Lothar Wieler, in un intervento a una videoconferenza ieri sera a Dresda, secondo quanto riporta la Dpa.

“Le stime sono più che fosche”, ha aggiunto. “Dietro le 50 mila infezioni registrate si nascondono almeno il doppio o il triplo dei numeri”, ha spiegato. “C’è una grande emergenza nel nostro Paese e chi non la vede commette un grave errore”. Sono 65.371 i nuovi casi positivi da Covid registrati in Germania nelle ultime 24 ore dal Robert Koch Institut e 264 i decessi. Si tratta di un nuovo picco, dopo i 52.826 di ieri. L’indice settimanale è di 336,9 positivi su 100 mila abitanti. L’indice di ospedalizzazione è salito a 5,15 pazienti su 100 mila abitanti (ieri era 4,86).

TimelineLe vaccinazioniI contagi


Green Pass, Ue: presto nuove regole

“La Commissione sta preparando un aggiornamento della raccomandazione sulla libertà di movimento che includerà elementi sulla validità dei certificati vaccinali” e questo provvedimento “è atteso a breve”. Lo ha detto Christian Wigand, portavoce della Commissione europea, nel briefing quotidiano con la stampa.

Alta Austria: lockdown generale da lunedì

A causa del drammatico andamento della pandemia Covid in Alta Austria e nel Land Salisburgo, lunedì scatta un lockdown generale per tutta la popolazione e non solo per i non vaccinati. L’incidenza settimanale su 100 mila abitanti nel Salisburghese oggi è di 1.672 e in Alta Austria di 1.557. “Non abbiamo più grandi margini di manovra”, ha detto il governatore dell’Alta Austria Thomas Stelzer. Il lockdown – ha detto – durerà “alcune settimane” e si è reso necessario per permettere la operatività degli ospedali. A questo punto non è più escluso neanche un lockdown generale nazionale, con un’incidenza di 971.

La Slovacchia: lockdown ai non vaccinati 

La Slovacchia imporrà “un lockdown per i non vaccinati” contro il coronavirus. Lo ha annunciato il primo ministro Eduard Heger in una conferenza stampa trasmessa in diretta tv, riporta il Guardian. Con la nuova stretta, in vigore da lunedì per 3 settimane, solo le persone vaccinate o che hanno avuto il Covid negli ultimi sei mesi potranno entrare in ristoranti, centri commerciali, negozi con beni non essenziali, attività sportive ed eventi pubblici. E scatta anche l’obbligo di testare le persone non vaccinate sul lavoro in tutte le regioni più colpite dall’epidemia.

Pillole anti Covid, Pfizer annuncia super ordine Usa

La casa farmaceutica Pzizer ha annunciato che il governo Usa le ha ordinato 10 milioni di pillole anti Covid per un valore di 5,29 miliardi di dollari, con la riserva che il nuovo trattamento riceva disco verde dalle autorità regolatorie americane. Pfizer ha gia’ chiesto all’inizio della settimana alla Food and Drug Administration (Fda) l’autorizzazione all’uso di emergenza della sua Paxlovid, che puo’ essere assunta a casa nei primi giorni dell’apparizione dei sintomi e che riduce di quasi il 90% le morti e le ospedalizzazioni tra i pazienti contagiati ad alto rischio.

L’Ema valuta ok a terapia monoclonale Glaxo

L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha avviato la valutazione di una domanda di autorizzazione di GlaxoSmithKline per il trattamento Covid degli adulti e degli adolescenti con l’anticorpo monoclonale Xevudy (sotrovimab). Si legge in una nota dell’Ema. Il parere dell’Ema potrebbe arrivare già entro i prossimi due mesi. GlaxoSmithKline ha sviluppato il medicinale assieme a Vir Biotechnology.

Paesi Bassi, si pensa a vacanze Natale prolungate per rallentare i casi tra i bimbi

I virologi olandesi hanno proposto di prolungare le vacanze nel periodo natalizio per rallentare un aumento dei casi tra i bambini che ha costretto metà delle scuole a livello nazionale a tornare a casa. Il National Institute for Health (Rivm) questa settimana ha riportato un record di oltre 110 mila casi fino al 16 novembre, con un aumento del 44% rispetto alla settimana precedente. L’aumento più forte è stato tra i bambini di età compresa tra 4 e 12 anni. Le infezioni tra i bambini in età scolare sono aumentate di quasi l’85% e del 76% tra i bambini di età compresa tra 10 e 14 anni. Con quasi l’85% degli adulti completamente vaccinati, questa settimana sono stati registrati oltre 20 mila nuovi casi per due giorni consecutivi, il più alto finora, portando a una carenza di test Covid nei centri sanitari.

L’ultima ondata è iniziata dopo che il governo ha posto fine al distanziamento sociale e ad altre misure a settembre, decisione che da allora è stata annullata. La proposta del primo ministro ad interim Mark Rutte di escludere i non vaccinati da un pass per eventi indoor, è stata bocciata dall’opposizione in parlamento.

Repubblica Ceca, da lunedì i no vax fuori dai locali

Anche la Repubblica Ceca passa alle misure più dure contro il Covid e da lunedì escluderà i non vaccinati da ristoranti, locali ed eventi pubblici per contrastare l’avanzata della quarta ondata. I test non saranno più sufficienti, bisognerà dimostrare di essere vaccinati o guariti, secondo quello che a Praga viene definito “modello bavarese” (il 2G tedesco). Ad annunciare la misura è stato ieri il premier uscente Andrej Babis, il cui governo approverà le misure oggi. Ieri il numero dei nuovi casi rivelati dai laboratori nel Paese ha raggiunto 22.479, record dall’inizio dell’epidemia.

Thailandia, in arrivo il vaccino cinese

La Thailandia ha ricevuto un altro lotto di vaccini dalla Cina. Lo ha riferito il primo ministro di Bangkok, Prayut Chan-o-cha, che ha ringraziato la Repubblica Popolare per la fornitura e annunciato la volontà di cooperare con il Paese alla ricerca e allo sviluppo di nuovi vaccini. Han Zhiqiang, ambasciatore di Pechino in Thailandia, ha rinnovato l’impegno cinese a favorire la ripresa economica della nazione auspicando la collaborazione di Bangkok per la salvaguardia della “stabilita’ e della prosperita’ a livello mondiale”.

Francia, sondaggio: 60% francesi a favore lockdown no vax

Il 60% dei francesi sarebbe favorevole a un lockdown per non vaccinati. Lo riporta oggi un sondaggio di Elabe per BfmTv. Ieri nel Paese sono stati registrati 20.294 nuovi casi positivi, una cifra due volte superiore alla media di sette giorni prima. Sempre secondo il sondaggio il 54% degli intervistati ritiene che l’epidemia è molto lontana dall’esser finita e che riprenderà in maniera ancora più forte nelle prossime settimane. Ieri il portavoce del Governo, Gabriel Attal, aveva assicurato che al momento non è previsto alcun confinamento.

Russia, più di 1.200 morti in 24 ore

In Russia nel corso dell’ultima giornata sono stati registrati 1.251 decessi provocati dal Covid-19, il massimo in un giorno dall’inizio dell’epidemia: lo riporta la Tass citando i dati del centro operativo nazionale anti-coronavirus. Stando ai dati ufficiali, nel corso delle ultime 24 ore nel Paese sono stati accertati 37.374 nuovi casi di Covid-19. In Russia vivono circa 146 milioni di persone.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy