Condividi:

Nel mondo sono stati superati gli 11 milioni di casi di coronavirus. Secondo l’ultimo aggiornamento di Johns Hopkins University, i contagi sono 11.037.625 a livello globale e i morti 523.898.

La situazione nel mondo: grafici e mappe
La timeline

Il nuovo record degli Stati Uniti

Negli Usa nuova volata dei contagi con 57.683 nuovi casi di coronavirus in 24 ore. Emerge dall’ultimo aggiornamento di Johns Hopkins University. Il totale delle infezioni è salito a 2,78 milioni mentre i decessi sono 129.405 (ieri 728). In Texas, negli Usa, per il terzo giorno consecutivo ci sono stati oltre 7.000 nuovi casi di coronavirus. Ieri i contagi sono stati 7.555 da 7.915 il giorno precedente e i decessi sono stati 50.
  Il Brasile ha registrato altri 1.290 morti e 42.223 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: lo rendono noto il Consiglio nazionale dei segretari sanitari (Conass) e il ministero della Sanità brasiliano.   In base agli ultimi dati aggiornati, dall’inizio della pandemia il gigante sudamericano ha raggiunto la soglia di 1.539.081 casi confermati complessivi e 63.174 decessi totali per il Covid-19.           
                                                                                                 

Primo caso in campionato greco, colpito Xanthi Squadra doveva giocare domani, partita rinviata

Il primo caso di coronavirus nel campionato di calcio della Grecia è stato registrato nella squadra dello Xanthi, ma l’identità della persona coinvolta non è stata resa nota. Lo riferisce l’agenzia Athens News Agency. In base al protocollo sanitario in vigore nel Paese, l’intero effettivo del club è stato messo in quarantena per le prossime 48 ore in un hotel di Lamia. Il giocatore o il membro dello staff tecnico risultato positivo sarà posto sotto sorveglianza per 14 giorni. Lo Xanthi doveva giocare sul campo del Lamia oggi nel gruppo di retrocessione del campionato greco, ma la partita è stata rinviata. Saranno effettuati nuovi test su tutti gli altri membri della squadra o dello staff e se saranno negativi la partita potrebbe tenersi lunedì. Il 5 giugno il match tra Xanthi e Atromitos era stato rinviato a causa della presenza del virus nella regione di Xanthi, nel nordest della Grecia. Il governo di Atene aveva dato il via libera alla ripresa del campionato a porte chiuse il 27 maggio, dopo uno stop di quasi tre mesi a causa della pandemia.
  La Casa Bianca rilancia sull’efficacia dell’idrossiclorochina contro il coronavirus. Peter Navarro, advisor del presidente Donald Trump per il commercio e le politiche industriali, sottolinea come in uno studio del sistema ospedaliero Henry Ford del Michigan si rilevi una riduzione dei decessi del 50% se il farmaco viene assunto nella fase iniziale dell’infezione e senza effetti collaterali. “E questo significa che se avessimo utilizzato l’idrossiclorochina fin dall’inizio, avremmo potuto salvare decine di migliaia di morti”, ha dichiarato Navarro a bordo dell’Air Force One diretto con il presidente al Monte Rushmore per dare il via ai festeggiamenti per il 4 luglio. Trump è stato un grande sponsor dell’idrossiclorochina che ha dichiarato di aver assunto per due settimane.

Spagna: 17 morti per Covid, bilancio più alto dal 19 giugno

La Spagna ha registrato 17 decessi per Covid-19 nelle ultime 24 ore, il bilancio giornaliero più alto dal 19 giugno. L’aggiornamento arriva mentre molti spagnoli si preparano per andare in vacanza con il Paese che riaprirà le sue frontiere da domani ai viaggiatori da 12 altri Paesi al di fuori dell’Unione europea. La Spagna aveva già aperto i suoi confini alle nazioni dell’Ue il 21 giugno e ai residenti della zona Schengen. Il ministero della Salute ha affermato di aver rafforzato la sua presenza negli aeroporti spagnoli per controllare i viaggiatori in arrivo, con un ulteriore 650 dipendenti da aggiungere ai 600 già attivi.
 

America Latina, la pandemia non cede: oltre 70 mila casi in 24 ore

Un picco di contagi nelle ultime 24 ore (70.644) ha dimostrato che la curva della pandemia da coronavirus cerca ancora in America Latina il suo assestamento, mentre i casi hanno raggiunto i 2.793.946, con un forte incremento anche dei morti a 124.118 (+2.736). E’ quanto emerge oggi da una elaborazione statistica realizzata dall’ANSA sulla base dei dati di 34 fra Paesi e territori latinoamericani. Il Brasile continua a tirare la crescita dei numeri, con un ritmo in linea con gli ultimi giorni, sia per i contagiati (1,539.081, +42.223), sia per i morti che hanno raggiunto quota 63.174 (+1.290). La coppia dei Paesi che seguono in classifica è composta da Perù (295.599 e 10.226) e Cile (288.089 e 6.051). Ci sono poi sette paesi con più di 30.000 contagi: Messico (245.251 e 29.843), Colombia (109.505 e 3.777), Argentina (72.786 e 1.437), Ecuador (60.657 e 4.700), Panama (35.995 e 698), Rep. Dominicana (35.148 e 775), e Bolivia (35.528 e 1.271).
 Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy