Condividi:

Prosegue “positivamente” la campagna vaccinale: sono già 69 mila circa le prime somministrazioni di ieri, data di entrata in vigore dell’obbligo del Green pass nei luoghi di lavoro. Si tratta di oltre diecimila somministrazioni in più rispetto al venerdì precedente. Lo rileva la struttura commissariale del generale Francesco Figliuolo.

L’effetto Green Pass sui tamponi

E c’è anche un altro effetto, “collaterale” perché non previsto, anche nell’aumento di tamponi legato all’introduzione dell’obbligo della certificazione verde. Ed ha a che fare con la circolazione del coronavirus e al momento è positivo. L’aumento dei test infatti non ha fatto crescere, come temeva qualcuno, il numero dei casi positivi. Segno che forse non ci sono troppi asintomatici in giro per il Paese.

Ovviamente è presto per trarre conclusioni definitive ma i dati sono piuttosto interessanti. Giovedì scorso, cioè il giorno prima dell’obbligo, in Italia sono stati fatti circa 324mila tamponi, dei quali 2.668 hanno individuato una persona infetta. Il giorno successivo, in molti sono andati in farmacia per fare il test in vista dell’obbligo del venerdì. Così sono stati fatti poco più di 506mila tamponi, con un incremento importante rispetto al giorno precedente, del 56,1%. Ebbene, il numero di casi è stato praticamente identico: 2.732. E ieri (numeri che sono stati diffusi oggi) i tamponi sono stati 472mila e ancora i casi non hanno visto una variazione importante, visto che sono stati 2.983

Vari esperti parlano da tempo di epidemia sottostimata, proprio perché da noi si fanno meno tamponi rispetto ad altri Paesi come l’Inghilterra, che arriva anche a un milione di test al giorno e adesso ha ben 45mila casi quotidiani. Con l’aumento dei tamponi dovuto alla corsa in farmacie di chi deve andare a lavorare (e non è vaccinato, quindi più a rischio di infettarsi) ci si aspettava così un incremento importante, paragonabile dal punto di vista percentuale all’aumento degli esami, anche delle diagnosi. E invece aumentare i controlli non sta avendo un effetto particolare sulle positività. Il Green Pass non è nato per aumentare il numero dei tamponi ma questo sue effetto sta dicendo che il sommerso non sarebbe esteso come si poteva ritenere.

Il numero dei vaccinati

Tornado ai vaccini il numero totale di persone che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino ha superato quota 46 milioni, dato pari all’85,41% degli over 12. I vaccinati completi (con due dosi) sono invece 43,74 milioni, pari a circa l’81% della platea. Il numero totale di somministrazioni – secondo l’aggiornamento di stamattina  – ha superato 87,3 milioni.

“La campagna vaccinale in corso è un esempio di successo dovuto allo sforzo corale che lo Stato Centrale, le Regioni e le Province Autonome, enti pubblici e privati, e le associazioni di volontariato hanno prodotto insieme per proteggere la popolazione da un virus infido come il Covid-19”, ha fatto notare il commissario Figliuolo.

Boom di certificati verdi

Ed è boom di Green Pass scaricati negli ultimi due giorni, a ridosso della scadenza di ieri, data dell’entrata in vigore dell’obbligo del certificato verde nei posti di lavoro. Ieri i download sono stati 867.039, nuovo record negli ultimi tre mesi, ritoccando quello stabilito il giorno prima di 860.094. Numeri molto superiori alla media dei download delle ultime settimane, che oscillava tra i 4 e i 500mila al giorno. Sono i dati forniti dal portale del Governo per scaricare i pass. Un boom legato al forte aumento dei tamponi: 635.827 sono i green pass scaricati ieri dopo un tampone negativo, a fronte di 208.831 emessi per avvenuta vaccinazione. Nel complesso, il numero di certificati scaricati dallo scorso giugno sfiora ormai i 100 milioni, attestandosi a 99.821.961

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy