Condividi:
Detrazione Iva acquisto casa imprese costruzioni ristrutturazioni box cantine e1494085566993 - Elezione domicilio fiscale presso sede della società: come fare la variazione con il modello editabile on line

Nel seguito vediamo cos’è l’elezione del domicilio fiscale presso la sede della società per gli atti aziendali dei legali rappresentanti, a cosa serve e come effettuarla con il modello editabile on line. Vedremo come effettuare la compilazione anche con l’aiuto delle apposite istruzioni.

Elezione domiciliazione atti: cos’è e a cosa serve

Il modello per la variazione del domicilio serve per la notifica all’agenzia delle entrate del luogo ove il legale rappresentnate di una società o anche altro soggetto intende ricevere gli atti a lui indirizzati.

Il luogo può essere naturalmente diverso da suo domicilio fiscale abituale come può anche essere diverso dalla sua residenza anagrafica.

Sovente capita per l’appunto che un legale rappresentante di una società, sia esso amministratore, socio, amministratore unico o delegato, CFO, CEO o Direttore Generale intendano ricevere le comunicazioni indirizzate alla società presso la sede legale della società e non presso la propria abitazione privata.

L’agenzia delle entrate o finanziaria o anche quella della riscossione o più in generale l’amministrazione pubblica con quando riceverà il modello saprà che per gli atti indirizzati alla società XY da indirizzare al suo legale rappresentante dovrà inviarli a quello specifico domicilio.

Questo non significa che riceverà presso la sede legale della società tutti gli atti ossia anche quelli personali, ma solo quelli indirizzati alla società di cui egli è legale rappresentnate.

Capita anche nel caso dei dottori commercialisti presso lo studio dei quali viene eletto domicilio. Capita anche per importanti cause che i legali faccinao eleggere domicilio presso il proprio studio legale e non presso la società per una specifica causa.

La ragione è presto fatta. Immaginate il rischio che una raccomandata vada persa quanto è più alto in una società in luogo di uno studio abituato e ricevere raccomandate che sottostanno nella maggior parte dei casi a termini di impugnazione.

Proprio per questo motivo il legislatore ha dato la possibilità di comunicazione un domicilio fiscale diverso, anche solo per un singolo affare o operazione o rapporto con l’amministrazione finanziaria. Sia questa una causa legale, rapporti continuativi con una società, una semplice istanza o interpello etc.

Serve in pratica alla comunicazione del luogo dove volete che vi pervengano le comunicazioni e le notifiche da parte dell’amministrazione pubblica o dell’amministrazione finanziaria.

Questi sono alcuni esempi ma rendono bene l’idea in quanto a questo nuovo indirizzo potreste anche ricevere le multe da parte della polizia municipale, carabinieri o polizia.

Elezione domicilio presso la società per la notifica di atti

Questo è per esempio il caso della c.d. elezione di domicilio per la notifica degli atti) che utilizzano gli amministratori della società per non farsi recapitare le raccomandate a casa da parte dell’agenzia delle entrate.

Stessa cosa per i legali rappresentanti che “eleggono domicilio fiscale” solitamente presso la sede legale della società per quel soggetto giuridico.

Talvolta questo potrebbe rappresentare un rischio perchè avendo più punti di arrivo delle raccomandate potrebbe essere più difficile gestirle e rispondere entro i termini di una eventuale impugnazione. E’ pur vero che spesso ci si affida però a studi o segreterie attrezzate per gestire e fare da filtro anche per questa operatività.

Non possono indicare un domicilio di notifica:
• gli eredi per conto del contribuente deceduto;
• il rappresentante per conto del minore, é bene sapere che inabilitato o interdetto.

Si può scegliere un solo domicilio per le notifiche.

Nel caso siano stati nel tempo comunicati più domicili, prevale quello indicato nell’ultima comunicazione.

Da quando vale la variazione del domicilio fiscale

L’effetto della variazione scatta dal trentesimo giorno successivo alla data di
ricevimento della comunicazione.

Come compilare il modello

Il modello deve essere compilato in stampatello in tutte le sue parti e firmato dal richiedente.

Dove si può stabilire il domicilio: Italia o estero

Il contribuente, residente in Italia o residente all’estero, può scegliere il domicilio per le notifiche presso una persona o un ufficio a condizione che sia nel Comune del proprio domicilio fiscale. Il contribuente non può assumere per se stesso, contemporaneamente, la duplice veste di eleggente e domiciliatario.

Se il contribuente è una persona fisica titolare di partita Iva (ad esempio un professionista) può stabilire il domicilio per le notifiche presso il proprio ufficio, a patto che si trovi nello stesso Comune del suo domicilio fiscale.

Il contribuente residente all’estero che non ha scelto un domicilio in Italia per la notifica degli atti e non ha nominato un rappresentante fiscale, può comunicare un indirizzo estero per le notifiche degli atti che lo riguardano.

Non è comunque possibile scegliere un indirizzo in Italia e uno all’estero. Il domicilio per le notifiche non può essere stabilito presso una casella postale.

Come presentare il Modello

Il modello può essere presentato tramite raccomandata con avviso di ricevimento all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente in base al domicilio fiscale del contribuente. Gli indirizzi degli uffici dell’Agenzia delle Entrate sono reperibili sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it. Al modello inviato per posta raccomandata deve essere allegata una fotocopia del documento di identità del soggetto che lo firma.

Può anche essere presentato per via telematica direttamente dal contribuente (in possesso delle credenziali di accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate), utilizzando il software presente sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it. Il servizio dà riscontro dell’avvenuta registrazione dei dati.

Riferimento normativo Elezione domicilio atti variazione

Modello Editabile variazione Domicilio e Istruzioni

Valuta l’articolo

[Totale: 0 Media: 0]

Fonte: Tasse-fisco.com

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy