Condividi:

Il remdesivir è una delle rare medicine efficaci contro il coronavirus. Niente di risolutivo, ma un modesto effetto lo avrebbe. Peccato che potremmo non trovarlo più. Gli Stati Uniti hanno acquistato tutta la produzione di luglio e il 90% di quella di agosto e settembre. Proprio in questi giorni l’Agenzia europea per il farmaco stava valutando la sua approvazione nel continente (attualmente da noi è usata in regime compassionevole).

Niente da fare, almeno per tre mesi. La Casa Bianca era già stata tacciata di “pirateria moderna” dalle autorità della Germania a marzo, dopo aver bloccato alla frontiera un carico di mascherine destinate alla polizia di Berlino e aver cercato di opzionare il vaccino allo studio nell’azienda tedesca CureVac. Mentre si moltiplicano gli appelli internazionali per una distribuzione equa delle risorse contro il coronavirus, il comportamento degli Stati Uniti sembra andare in direzione opposta.


L’annuncio dell’operazione piazza pulita sul remdesivir è stato dato dal Dipartimento della Salute americano lunedì. “Il presidente Trump – si legge nell’annuncio – ha concluso un accordo stupefacente per assicurare che gli americani abbiano accesso al primo farmaco autorizzato contro il Covid”. Agli ospedali degli Stati Uniti andranno 500 mila trattamenti. Ogni trattamento contiene 6 o 7 fiale e costa 3.200 dollari, pagabili (per chi la ha) dall’assicurazione.repfarmaci contro il coronavirus gli stati uniti comprano tutte le scorte di remdesivir - Farmaci contro il coronavirus, gli Stati Uniti comprano tutte le scorte di remdesivirSaluteFonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy