Condividi:

PARIGI – Cacciatori di neonazisti, antisemiti, negazionisti. Li inseguono online, ma anche fisicamente: confondendosi tra i manifestanti che da oltre un mese, in Francia, protestano ogni sabato contro il Green Pass e la politica vaccinale del presidente Macron.

La marea complottista

Basta uno smartphone: durante i cortei, gli “chasseurs” di estremisti catturano in foto o in video cartelli, striscioni, slogan razzisti per poi diffondere in rete il materiale raccolto. Sono gruppi di volontari, senza speciali connotazioni politiche. Si nascondono dietro pseudonimi e nickname e finora la stampa è riuscita a contattarne qualcuno soltanto via social. Ma le immagini scattate o riprese dai cyber-detective si stanno rivelando di notevole utilità per i servizi di sicurezza.

Nelle ultime settimane, durante i raduni, i riferimenti alla Seconda guerra mondiale si sono ripetuti nelle forme più fantasiose e inquietanti. Contro le restrizioni imposte da quella che viene definita “dittatura sanitaria” sono spuntate stelle gialle a sei punte, svastiche, manifesti che mostravano Emmanuel Macron con i baffetti di Hitler o con il chepì del Maresciallo Pétain. Sul versante paranoico-complottista, si sono visti invece cartelli che denunciavano la pandemia come un’immensa cospirazione planetaria teleguidata dalle élite politico-finanziarie, dalle immancabili lobby ebraiche o da quelle farmaceutiche.

Media sottotiro

Ritenuti complici del giro di vite anti-Covid, anche i media sono sotto tiro. Sotto le redazioni di alcune testate locali si sono sentiti dimostranti gridare: “Collabo! Collabo!” – collaborazionisti. E in qualche caso i giornalisti di tv, radio, agenzie o carta stampata sono stati aggrediti nei cortei.

Quello di ferragosto è stato il quinto week end consecutivo di proteste. Sfidando la calura, le temperature “luciferine”, in tutta la Francia si sono organizzate 200 manifestazioni, di cui tre a Parigi, che hanno portato in piazza tra le 200 e 250mila persone.

Di fronte al persistere della contestazione, il governo fa leva sulla “maggioranza silenziosa”: “Ai 200mila che protestano bisogna opporre i milioni di francesi che si sono vaccinati” ha detto un consigliere dell’esecutivo. Ma sabato prossimo, nuovo giro di giostra: si ricomincia a manifestare.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy