Condividi:
215602606 66fbb13c effc 4ee9 afe5 2cdeb3d73876 - Frosinone, frontale a San Vittore: morti tre ragazzi di 18, 19 e 20 anni e un uomo di 52. Lo schianto in diretta social

Tragedia della strada alla vigilia di Pasqua in provincia di Frosinone. In uno scontro frontale sulla Casilina, a San Vittore del Lazio, attorno alle 21 hanno perso la vita quattro persone. Le vittime sono tre giovani e un cinquantenne, un operaio, tutti di Mignano Monte Lungo, in provincia di Caserta. Si tratta di Carlo Romanelli, 18 anni, Matteo Simone 19, Luigi Franzese, 20, e Claudio Amato, 52 anni. L’uomo lavorava come operaio in una ditta di Rocca d’Evandro, nel Casertano, ed era uscito per ritirare le pizze.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, diverse ambulanze del 118 e i carabinieri della compagnia di Cassino. A scontrarsi frontalmente nei pressi della rotatoria che conduce al centro di San Vittore e in direzione San Pietro Infine, in provincia di Caserta, sono state due auto, una Fiat Idea, su cui viaggiava Amato, e un’Alfa Mito, su cui viaggiavano i tre ragazzi e che sembra fosse guidata da Carlo Romanelli. Accanto a lui sembra fosse seduto Matteo Simone mentre Luigi Franzese era seduto dietro. I ragazzi stavano andando verso Cassino.

Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri della Compagnia di Cassino l’auto su cui viaggiavano i tre ragazzi, sorpassando una Mini si sarebbe trovata davanti la Fiat Idea con a bordo Amato. Dopo l’impatto la Mito si sarebbe ribaltata e sarebbe volata in aria, strisciando sul tetto della Mini. La persona alla guida di questa terza auto non avrebbe riportato conseguenze.

Secondo quanto appreso, le drammatiche fasi dell’incidente sarebbero state immortalate in una diretta social che Luigi Franzese, una delle tre giovani vittime, stava effettuando attraverso la sua pagina Instagram. La diretta è continuata anche dopo l’incidente e ha immortalato l’arrivo dei soccorritori.

I ragazzi frequentavano Cassino e uno di loro, Carlo Romanelli, era all’ultimo anno del liceo classico ‘Giosue’ Carducci’. Gli altri due erano stati allievi dell’Itis, sempre nel centro ciociaro. Il magistrato di turno presso la Procura di Cassino, Alfredo Mattei, ha disposto l’autopsia per tutte e quattro le vittime.

“Una tragedia immane, che si fa fatica a spiegare. Oggi Mignano Montelungo è un paese distrutto, che vive uno dei suoi giorni peggiori. Ovviamente proclamerò il lutto cittadino per il giorno delle esequie”. Si fa interprete del dolore di tutta la comunità Antonio Verdone, sindaco di Mignano Montelungo. “Siamo sgomenti, – dice commosso Verdone – conosco bene le famiglie dei nostri quattro sfortunati concittadini, del 52enne Amato e dei nostri tre giovanissimi. Loro tre per me erano ancora dei bambini, li abbiamo visti crescere; è davvero difficile poter credere che sia avvenuta una cosa così terribile”. In una sola orribile sera Mignano ha contato più vittime di quelle fatte dal Covid in oltre un anno (tre quelle registrate da marzo 2020). “Possiamo dire che da inizio pandemia il nostro Comune, rispetto ad altri, è stato parzialmente risparmiato dal virus; e credevamo che questa seconda Pasqua di pandemia – prosegue Verdone – fosse la luce alla fine del tunnel, ed invece ci troviamo di nuovo immersi nell’oscurità, in una tragedia per cui è quasi impossibile esprimersi a parole. L’unica cosa che posso dire come sindaco e amico delle persone che hanno perso i propri cari, è che staremo loro vicini, il più possibile. Ora c’è davvero bisogno di comunità, di stringerci intorno al dolore di queste quattro famiglie. Non saranno lasciate sole”, conclude Verdone.

Su Facebook il comune di Mignano Monte Lungo ha listato a lutto la propria immagine e sono apparsi diversi post di cordoglio per la tragedia. “L’Atletik Mignano si stringe attorno al dolore delle famiglie, degli amici e della comunità tutta per quanto accaduto ieri sera, una tragedia che ha colpito il cuore di tutti”, si legge sulla pagina della squadra di calcio del paese di oriogine dei quattro. “Un pensiero particolare va a te, Carlo, ti abbiamo visto crescere con le nostre divise indossate con orgoglio, eri il più “piccolo dei grandi”, il vuoto da te lasciato resterà incolmabile. Ti vogliamo bene”.

Pensieri per le vittime e le loro famiglie arrivano anche dalla pagina Facebook del Comune di Cervaro, nel Frusinate. “Abbiamo appreso tutti, con profondo dolore la notizia del tragico incidente nel quale hanno perso la vita quattro giovani ragazzi. In questa triste circostanza desidero far pervenire alla Città di Mignano Monte Lungo, al Sindaco, e in particolare alle famiglie dei poveri ragazzi, a nome mio personale, dell’Amministrazione Comunale, e della Città di Cervaro, il più sentito cordoglio. Non possiamo non essere toccati, alla luce di quanto è accaduto, dallo strazio di vite falciate, e dal dolore dei propri cari che affrontano questa dolorosa prova. Rinnovo le più sentite condoglianze alle famiglie e ai cari delle vittime e inviamo loro tutto il conforto e la vicinanza della Città di Cervaro”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy