Condividi:
091426715 d4f23007 afd0 4351 97dc 9467939ce43e - G20: cibo, Africa e sviluppo nell'agenda oggi a Matera

Si tiene oggi a Matera la riunione dei ministri degli Esteri e dello Sviluppo del G20, uno degli appuntamenti più importanti della presidenza italiana di turno, in vista del vertice dei capi di Stato e di governo che avrà invece luogo a Roma a ottobre.
I capi delle diplomazie delle venti maggiori economie mondiali sono stati accolti eri sera al Castello Svevo di Bari dal ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio. Ci saranno, tra gli altri, il segretario di Stato Usa Antony Blinken e l’Alto commissario della politica estera e di sicurezza Josep Borrell, mentre il ministro degli Esteri della Cina Wang Yi sarà in videoconferenza e la Russia ha mandato il viceministro degli esteri Aleksandr Pankin al posto del ministro Serghei Lavrov. Si tratta di due assenze rilevanti, dopo le recenti accuse dell’Ue e degli Usa al G7 nei confronti di Mosca e Pechino.

Si tratterà di un’importante occasione di confronto, che giunge dopo il tour europeo del presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Ma, soprattutto, si tratterà di un’opportunità per l’Italia per focalizzare il dibattito sull’Africa, continente che Roma considera prioritario per la propria politica estera. L’obiettivo è giungere a un’estensione della sospensione del debito africano entro la fine dell’anno.

Due sessioni: governance globale e Africa

A Matera oggi la riunione ministeriale sarà articolata in due sessioni. La prima riguarderà il tema della governance globale e del multilateralismo, con un particolare accento sulla necessità di rafforzare la cooperazione internazionale su temi chiave come la salute globale, la lotta ai cambiamenti climatici e il commercio. La seconda sessione sarà dedicata appunto all’Africa. Al termine dell’incontro verrà adottata la Dichiarazione ministeriale di Matera, documento che afferma l’impegno del G20 ad affrontare le attuali emergenze alimentari e a costruire sistemi alimentari sostenibili con l’obiettivo di arrivare a “un mondo libero dalla fame entro il 2030”.

La Dichiarazione valorizza il ruolo della “Food Coalition” lanciata dall’Italia in ambito di Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Agricoltura e l’Alimentazione (Fao) e ribadisce l’impegno alla promozione dell’approccio “One Health”, che mira a preservare contemporaneamente la sicurezza umana, animale e ambientale al fine di raggiungere la salute globale, con un focus particolare sull’impiego di donne e giovani. La presidenza italiana del G20 si concentra su tre pilastri di azione: “Persone, Pianeta e Prosperita’”.

Ripresa post-pandemica

A Matera, nel pomeriggio, avrà luogo inoltre una riunione congiunta dei ministri degli Esteri e dello Sviluppo. Le farà seguito una specifica sessione dei soli ministri dello Sviluppo, che sarà presieduta dalla vice ministra Marina Sereni. Al termine dell’incontro è prevista la pubblicazione di un comunicato che riaffermi l’impegno del G20 a una ripresa post-pandemica “forte, inclusiva e sostenibile” nei Paesi in via di sviluppo, attraverso misure innovative di finanziamento e un approccio locale che valorizzi il ruolo delle città intermedie. Si tratta di temi che saranno approfonditi anche il giorno dopo a Brindisi, quando la Base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd), gestita dal Programma alimentare mondiale (Pam), ospiterà un evento ministeriale sul “ruolo della logistica nella preparazione e nella risposta alla pandemia di Covid-19 e a future crisi umanitarie e sanitarie”. La riunione sarà presieduta da Di Maio e dal direttore esecutivo del Pam, David Beasley, e moderata dal presidente della Federazione internazionale della Croce rossa e della Mezzaluna rossa, Francesco Rocca.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy