Condividi:

AMMAN – L’ex principe ereditario Hamza ha detto che non obbedirà agli ordini relativi alle restrizioni che gli sono state imposte dal capo di Stato Maggiore dell’esercito giordano, generale Youssef Huneiti: “Certamente non obbedirò relativamente al divieto di uscire di casa, di scrivere su Twitter, di comunicare con le persone”, afferma Hamza in un audio diffuso du Twitter.

In un audio diffuso da Middle east eye, Hamza dice: “È una situazione difficile, sono state richiamate tutte le mie guardie, il capo delle Forze armate giordane, il generale Yousef Huneiiti è venuto a casa mia a minacciarmi. Ho registrato quello che ha detto, l’ho distribuito alla mia famiglia ed ai miei amici fuori dalla Giordania per tutelarmi”. E aggiunge: “Aspetto di vedere quello che faranno, non farò alcuna mossa immediata, ma certamente non obbedirò ai loro ordini”.

Gli Stati Uniti si sono schierati rapidamente con Abdullah, stretto alleato occidentale nella regione instabile. Le autorità giordane hanno dichiarato domenica di aver sventato un “complotto maligno” di Hamzah per destabilizzare il regno con il sostegno straniero. Il principe ha negato di aver preso parte a qualsiasi complotto e ha affermato di essere stato preso di mira per aver parlato contro la corruzione e il malgoverno.

Le critiche senza precedenti del principe Hamzah nei confronti della classe dominante – senza nominare il re – potrebbero dare sostegno alle crescenti lamentele sul cattivo governo e sulle violazioni dei diritti umani in Giordania. Abdullah e Hamzah sono entrambi figli del defunto re Hussein, che rimane una figura amata due decenni dopo la sua morte. Dopo essere salito al trono nel 1999, Abdullah ha nominato Hamza principe ereditario, per poi revocargli il titolo cinque anni dopo. Mentre si dice che i due abbiano generalmente buoni rapporti, Hamza a volte si è pronunciato contro le politiche del governo e più recentemente ha stretto legami con potenti leader tribali in una mossa vista come una minaccia per il re.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy