Condividi:

Nuove regole per il Green Pass e obbligo di terza dose per il lavoratori della sanità sono due provvedimenti che potrebbero essere presi a breve dal governo, su suggerimento del ministro alla Salute Roberto Speranza.

Cosa cambia per gli operatori sanitari con il nuovo obbligo?
Insieme ai lavoratori delle Rsa dovranno fare la terza dose, altrimenti saranno sospesi. Quindi la norma che imponeva loro di fare il primo ciclo verrà allargata.

Quanto tempo avranno per mettersi in pari?
L’idea al ministero è quella di dare loro un mese di tempo per fare il richiamo. La regola varrà anche per chi, quando scatterà l’obbligo, avrà concluso il primo ciclo già da oltre sei mesi.

Quando entrerà in vigore l’obbligo?
Non è ancora deciso, probabilmente già da dicembre.

Quanti sono gli operatori sanitari che hanno già fatto la terza dose?
Circa la metà del totale, secondo le stime del ministero e della struttura commissariale dell’emergenza. Si tratta di un dato simile a quello delle altre persone chiamate per il richiamo, cioè over 60 e fragili.

Come cambierà la durata della validità del Green Pass?
Sarà ridotta da 12 a 9 mesi, perché si è visto che la copertura del vaccino tende a calare quando sono trascorsi 6 mesi dalla prima somministrazione. Anche dopo la terza dose il certificato sarà valido 9 mesi.

Il cambiamento dei termini sarà applicato anche a chi ha avuto la malattia?
Ad oggi a chi è stato infettato viene riconosciuto un Green Pass valido sei mesi. Sul punto ci sono state polemiche e questa dovrebbe essere l’occasione per portare alla stessa durata il certificato di vaccinati e guariti.

Come verranno aggiornati i milioni di Green Pass che sono stati rilasciati?
Al ministero alla Salute si stanno valutando varie ipotesi. La prima prevede di inviare un nuovo codice a tutti i cittadini per scaricare un nuovo Green Pass, della durata di 9 mesi. Ma si cerca un modo per rendere l’aggiornamento automatico.

Come si risolve il problema di coloro per i quali il Green Pass scade senza che sia prevista la terza dose?
Si tratta intanto di un numero molto ridotto di persone. La terza dose non è prevista per gli under 40 ma la stragrande maggioranza di queste persone (se non sono fragili o lavoratori della sanità) hanno fatto il vaccino da poco tempo, non certo da nove mesi. In difficoltà potrebbero esserci gli insegnanti giovani, visto che hanno ricevuto le somministrazioni presto. Potrebbe essere l’occasione per estendere la terza dose anche agli under 40 che lavorano nella scuola. Per il resto, tra alcune settimane si aprirà a tutti i maggiorenni.

Da quando entrerà in vigore la riduzione della durata del Green Pass?
Anche in questo caso si dovrebbe aspettare fino a dicembre, anche per dare tempo a chi si troverebbe senza il documento di fare il richiamo.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy