Condividi:

VICENZA – Torna l’incubo del coronavirus in Veneto, con un nuovo focolaio in provincia di Vicenza. É il viaggio di un manager nei Balcani ad alzare nuovamente i contatori dei contagiati. Il focolaio legato all’industria Laserjet srl di Pojana Maggiore, nel Vicentino, vede oggi cinque persone positive, oltre a numerose persone messe in quarantena preventiva in più province: 52 a Vicenza, 37 nella provincia di Verona.

Ad manifestare per primo il contagio sarebbe stato un dirigente della Laserjet, azienda di carpenteria meccanica con 170 dipendenti. L’uomo si è sentito male al ritorno da un tour di lavoro in Bosnia, dove si era recato assieme ad altri compagni di viaggio. Ha accusato subito febbre, tosse stizzosa e persistente, respiro affannoso desaturazione, cioè scarsità di ossigeno nel sangue. I sintomi tipici dell’infezione. E il test rapido al quale è stato sottoposto al ponto soccorso-Covid, ha dato esito positivo. A quel punto gli infettivologi hanno disposto il ricovero in ospedale del dirigente, ma lui si è rifiutato e ha fatto ritorno nella sua abitazione. Il giorno successivo però le condizioni sono peggiorate e l’uomo è stato accompagnato all’ospedale.

Secondo quanto ricostruito dalla Regione Veneto nei Balcani il gruppo è entrato in contatto con un anziano del posto, malato e positivo al Covid. Giovedì 25 giugno il dirigente e gli altri sono tornati a Vicenza. Sabato 27 il manager ha preso parte a un funerale e poi a una cena di compleanno. 

Il rifiuto del ricovero espresso in un primo momento dal professionista ha fatto infuriare il governatore del Veneto Luca Zaia, che ha parlato di “irresponsabilità” e ha annunciato nuove possibili misure restrittive.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy