Condividi:

Il generale degli Emirati Arabi Uniti Ahmed Naser Al-Raisi è il nuovo presidente dell’Interpol. Raisi, capo delle forze di sicurezza degli Emirati Arabi, denunciato per tortura in cinque Paesi, tra cui la Francia e la Turchia, è stato eletto durante l’assemblea generale a Istanbul.

L’assemblea riunisce i rappresentanti della polizia di 194 Paesi. Il neo presidente è spesso finito nel mirino di organizzazioni umanitarie e organizzazioni internazionali per l’accusa di torture e maltrattamenti a carico di prigionieri politici e dissidenti, tra cui Ahmed Mansoor, ma anche dell’accademico britannico Marc Hedges, accusato di spionaggio nel 2018 e condannato all’ergastolo. Hedges è poi stato graziato su pressione di Londra, mentre Mansoor è ancora in carcere.

La candidatura di Al-Raisi aveva scatenato proteste in tutta Europa, soprattutto in Francia e Germania dove i parlamentari hanno scritto ai rispettivi governi chiedendo di boicottarlo. Il generale emiratino subentra al coreano Kim Yong Yang, che ha avuto il suo mandato esteso di un anno a causa del Covid, e ha battuto la candidata preferita dall’Ue, Sarka Havrankova, vicepresidente uscente, capo della polizia della Repubblica Ceca la cui carriera iniziò sulle tracce del pedofilo belga Marc Dutroux.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy