Condividi:

C’è stata una nuova uccisione di indigeni dell’Amazzonia al confine tra Venezuela e Brasile. Lo denuncia Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni fondato a Londra nel 1969.

Le due vittime appartengono alla tribù Yanomani, la più grande dell’America Latina, che da sempre ha scelto di vivere isolata, senza alcun contatto con l’esterno proprio per evitare contagi che la possono annientare.


Sono caduti in un agguato teso loro dai cercatori d’oro illegali giunti in massa da un paio d’anni lungo il fiume Uraricoera, diventato il centro della caccia alle vene di metalli preziosi che abbondano in questa zona. I due Yonomani appartenevano alla comunità di Xaruna che confina con il Venezuela.
 
Non è la prima volta che accade. Questo vero e proprio esercito di minatori, avventurieri e piccoli e grandi criminali avanza nella boscaglia e si accampa attorno alle zone ricche di oro e inizia a scavare inquinando con il mercurio e altri prodotti chimici la foresta e i corsi d’acqua che trasportano i veleni in profondità allargandosi a macchia d’olio.

Un disastro ambientale, pericoloso anche per la salute delle tribù indigene che vivono in quei territori e che usano l’acqua per bere, lavarsi, cucinare, oltre che pescare quello che trovano.

indigeni dellamazzonia sempre piu a rischio cercatori doro uccidono due yanomami - Indigeni dell'Amazzonia sempre più a rischio: cercatori d'oro uccidono due YanomamiAmbienteFonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy