Condividi:
radiografia - Ipertensione polmonare: una campagna per anticipare la diagnosi

Prende il via la campagna «La vita in un respiro», realizzata con lobiettivo di sensibilizzare la popolazione sullipertensione arteriosa polmonare, malattia cardio-polmonare poco conosciuta e purtroppo sottovalutata. Ma se non è diagnosticata per tempo questa patologia può avere conseguenze significative sulla qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie. La campagna è promossa da Janssen Italia, lazienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson, in collaborazione con lAssociazione Ipertensione Polmonare Italiana (AIPI).

In questo articolo

I sintomi

«L’ipertensione arteriosa polmonare è poco conosciuta dai medici e dal largo pubblico. Il fatto di non presentare sintomi specifici, porta spesso a sottovalutare i campanelli di allarme che si presentano sotto forma di spossatezza, affanno e svenimenti con ritardi significativi nella diagnosi» spiega Nazzareno Galiè, direttore della Cardiologia al Policlinico S. Orsola, Università Bologna, coordinatore delle Linee Guida Internazionali sulla Ipertensione Polmonare e responsabile Comitato Scientifico AIPI.

Cosa accade se non viene diagnosticata

«L’ipertensione arteriosa polmonare aumenta la pressione sanguigna nel circolo polmonare, con un progressivo sovraccarico di lavoro per il ventricolo destro del cuore e può culminare nello scompenso cardiaco e nella morte prematura in assenza di terapie adeguate. Per una corretta gestione e migliorare la prognosi è fondamentale la diagnosi precoce. Per questo risulta importante fare informazione e sensibilizzare la popolazione a riguardo».

Carolina Kostner volto della campagna

La campagna «La vita in un respiro», che ha inizio in queste settimane e proseguirà nel 2021, concentra la sua attenzione sullimportanza del respiro, elemento fondamentale per la vita, ma allo stesso tempo per nulla scontato per i pazienti con ipertensione arteriosa polmonare.

La campagna prevede una pianificazione multicanale: uno spot video, pagine pubblicitarie e contenuti digitali. La campionessa olimpica di pattinaggio artistico su ghiaccio, Carolina Kostner, sarà protagonista di un racconto intimo ed emozionale, che ha come obiettivo attirare lattenzione del pubblico per coinvolgerlo e sensibilizzarlo sulla malattia. I video, i materiali e le illustrazioni realizzate per la campagna saranno disponibili anche sulle pagine social Facebook Phocus360 e Instagram Phocus360 e sul sito internet Phocus360.it.

«Sono entusiasta e onorata di partecipare a questa iniziativa» racconta Carolina Kostner. «È fondamentale portare lattenzione di tutti anche su malattie poco conosciute come lipertensione arteriosa polmonare. Prendersi cura di noi stessi significa anche informarsi e prevenire. Questo può fare una grande differenza nel bloccare in tempo lavanzare della malattia».

Controlli e complicanze

I pazienti con ipertensione arteriosa polmonare si devono confrontare con diverse complicanze, sia nella vita privata sia a livello medico. Sono necessari controlli periodici e lassistenza di medici specialisti, oltre a terapie farmacologiche specifiche.

«Non conoscere lipertensione arteriosa polmonare porta i pazienti a rivolgersi al medico quando è in fase avanzata e con complicanze già in atto. LObiettivo di AIPI non è solo quello di promuovere la diffusione di informazioni scientifiche sulla malattia, ma anche di favorire la diagnosi precoce e un intervento tempestivo» afferma Leonardo Radicchi, Presidente AIPI. «È importante creare collaborazioni e campagne come questa per promuovere la ricerca e linformazione, organizzare iniziative dedicate al coinvolgimento diretto dei pazienti e delle loro famiglie, per un sostegno psicologico e sociale». 

Fonte : Ok Salute

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy