Condividi:
044755294 27b56c02 8e8c 4448 b74d 3281258248b4 - La Germania supera i 100mila decessi e registra un altro record di contagi: 75.961 nuovi casi. In Giappone la variante Delta 'si autoestingue'

La Germania peggiora e a pochi giorni dalle fosche previsioni del ministro della salute registra un nuovo record giornaliero di casi di Covid: sono stati 75.961. Il dato è stato reso noto dall’auorità sanitaria federale (Rki), la quale ha rilevato che anche per quanto riguarda l’incidenza settimanale si è toccato un nuovo massimo a quota 419,7. La situazione è critica e dovrà essere affrontata con urgenza dal nuovo governo ‘semaforo’ che si insedierà a dicembre.

L’altro numero simbolo riguarda le vittime dall’inizio della pandemia, che da oggi sono diventate più di 100mila. La più grande economia europea si trova così in piena nuova ondata di casi di coronavirus e i 351 morti nelle ultime 24 ore, portano il bilancio totale a 100.119, secondo i dati del Robert Koch Institute.

Lo strano caso del Giappone

Ben altro andamento sta avendo l’epidemia in Giappone. Il governo metropolitano di Tokyo ha segnalato soltanto 5 nuovi casi di positività al coronavirus nell’arco delle ultime 24 ore, il dato migliore dall’inizio del 2021 a oggi. Il numero di casi giornalieri diagnosticati a Tokyo è calato sotto la soglia di 50 da metà ottobre. Secondo uno studio recentemente pubblicato dall’Istituto nazionale di genetica del Giappone, la variante Delta del coronavirus, responsabile dell’ultima ondata pandemica nel Paese, sembrerebbe essersi avviata verso “l’auto-estinzione” a causa di una replicazione eccessivamente veloce che avrebbe accumulato errori nella proteina non strutturale nsp14, compromettendo la capacità del virus di auto-correggersi.

Da settimane, ormai, i contagi attribuiti quotidianamente alla variante Delta del coronavirus sull’intero territorio giapponese sono inferiori a 200. Altri studi sembrano indicare che gli individui asiatici siano in grado di sviluppare più di europei e africani l’enzima Apobec3A, in grado di aggredire i virus a mRna incluso il Sars-Cov-2 responsabile della pandemia di Covid-19.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy