Condividi:
204151264 ade8f55e 4ee0 43be 8e97 96d52952ae0d - L'appello di Nosheen: "Ribellatevi alle nozze e denunciate. Mia madre ha pagato con la vita, ma io oggi sono libera"

Era l’ottobre del 2010. Nosheen Butt aveva vent’anni, da sette era arrivata in Italia dal Pakistan. Per la famiglia era troppo “occidentale”, non voleva sposare l’uomo che avevano scelto per lei. Un giorno, dopo una lite, suo fratello la prese a sprangate e il padre ammazzò sua mamma a colpi di pietra. Nel 2015 Nosheen ricevette la cittadinanza italiana in Prefettura a Modena, nello stesso pezzo d’Emilia dove oggi vive.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy