Condividi:
115931139 b24719cf 68f2 4714 b68b 56a6dccb7b6e - L'Egitto chiede un miliardo di anni agli armatori della Ever Given

MILANO – La Ever Given resta sequestrata nel Grande lago amaro al centro del Canale di Suez e l’Egitto si prepara a chiedere un miliardo di danni all’armatore giapponese della maxi-portacontainer che per sei giorni ha bloccato il traffico tra Mar Rosso e Mar Mediterraneo. Il passaggio dei 190 km. di acqua è ora ripreso regolarmente.
“E’ un diritto del nostro paese vederci riconosciuti i disagi causati dall’arenamento della barca”, ha detto in un’intervista Ossama Rabei, il presidente dell’autorità del Canale, quantificando appunto in un miliardo il risarcimento preteso dal Cairo. Rabei ha anche detto che il comandante della Ever Given deve ancora consegnare le scatole nere con la registrazione dei dati di bordo e rispondere a molte domande degli inquirenti incaricati dell’inchiesta. Lui e i suoi 25 uomini di equipaggio sono così bloccati a bordo e la gigantesca nave di 400 metri con i suoi 20mila container potrà riprendere a navigare solo alla conclusione dell’inchiesta. Se si rifiuteranno di collaborare, Il Cairo potrebbe sequestrare la nave e avviare una causa civile.
Il miliardo richiesto dall’Egitto è solo la prima voce di una bolletta che si preannuncia salata per i proprietari della Ever Given. Altre domande di rimborso potrebbero arrivare dalle 400 imbarcazioni boccate per giorni alle due entrate del Canale e dai proprietari di merci a bordo. Ad oggi le navi in attesa di passare da Suez sono ancora circa 200.
 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy