Condividi:

PARIGI – L’Algeria ha seppellito ieri, nel giorno della festa dell’indipendenza, i resti di 24 combattenti caduti all’inizio dell’occupazione transalpina nel XIX secolo e ha ribadito di attendersi ancora le scuse della Francia per quel periodo storico.

I teschi sono stati conservati per anni da un museo parigino e dopo la restituzione ad Algeri sono stati inumati nel cimitero dei martiri della rivoluzione algerina di El Alia, accanto ai resti dei capi di Stato. Alla cerimonia ha partecipato il presidente della Repubblica Abdelmadjid Tebboune.

rep

Algeri ha chiesto per la prima volta ufficialmente nel 2018 i resti dello sceicco Bouziane, capo della rivoluzione dei Buzian, e dei suoi compagni d’armi, catturati e passati per le armi all’inizio del periodo colonale durato dal 1830 al 1962, conservati al Museo nazionale di storia di Parigi. E lo stesso Macron si era impegnato a onorare l’impegno. “E’ un segno d’amicizia per riparare le ferite della storia”, ha spiegato. Nello stesso periodo, prima della sua elezione, aveva etichettato il periodo coloniale come “un crimine contro l’umanità” attirandosi molte critiche da destra.

Al presidente algerino però non basta. Intervistato sabato dalla tv France 24, ha detto che è necessario “affrontare il problema della memoria che ipoteca molte cose nelle relazioni tra i due Paesi”. E sulle possibili scuse di Parigi, è stato chiarissimo: “Abbiamo già ricevuto mezze scuse. Occorre fare un altro passo. Lo vogliamo. Contribuirà a calmare il clima e renderlo più sereno per le relazioni economiche, le relazioni culturali, le relazioni di vicinato”.
 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy