Condividi:

PARIGI – Una settimana dopo l’incendio nella cattedrale di Nantes il volontario della diocesi, che era stato fermato e poi rilasciato, ha confessato di aver provocato il rogo accendendo i tre inneschi all’interno della chiesa. L’avvocato dell’uomo, in difficoltà con il rinnovo del permesso di soggiorno, ha detto che il suo cliente era “pieno di rimorsi” e che la confessione è stata “una liberazione”.

Poche ore dopo il rogo che il 18 luglio scorso ha distrutto completamente l’organo centrale della cattedrale gotica di San Pietro e Paolo di Nantes, frantumato le vetrate e annerito l’interno della chiesa XV secolo, le autorità francesi avevano arrestato un 39enne ruandese, volontario a cui era affidato il compito di chiudere il portone e assicurasi che tutto fosse in ordine.

nantes confessa il volontario accusato di aver appiccato lincendio alla cattedrale 1 - Nantes, confessa il volontario accusato di aver appiccato l'incendio alla cattedrale

in riproduzione….

Dopo averlo interrogato, i gendarmi lo avevano rilasciato. Si trattava di una procedura di indagine normale, avevano affermato i funzionari. L’incendio era apparso doloso già dopo i primi rilievi.

Fermato nuovamente questo fine settimana per ulteriori interrogatori, il volontario ha ammesso la responsabilità dell’incendio, come ha confermato il suo avvocato, Quentin Chabert. “Ha confessato e si rammarica dei fatti. Questo è certo. È pentito”.

Il procuratore di Nantes ha affermato che il 39enne ha acceso tre fuochi: due agli organi della cattedrale e uno a un quadro elettrico. Il movente resta sconosciuto.Ora rischia una pena di dieci anni di carcere.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy