Condividi:
193657536 247a02b8 64e4 4a40 b612 c457e40fd084 - "Niente bambini in Parlamento": i deputati britannici contro le regole di Westminster

LONDRA. “Che strano, vero? Nel parlamento britannico c’è una norma che non permette alle mamme di portare con sé neonati o bambini. Poi però non c’è alcuna regola sulle mascherine…”.

È la nuova battaglia di Stella McCreasy, deputata laburista del seggio di Walthamstow (Londra nord) che ieri si è vista recapitare una lettera dal segretario privato della responsabile dell’etichetta del Parlamento. Missiva che recitava: “La preghiamo di non portare più bambini nella Camera dei Comuni in quanto è vietato dal regolamento”.

Che cosa aveva fatto di tanto grave il bambino di Stella Creasy? Nulla, anche perché è piccolissimo. Soltanto, era rimasto in silenzio nel fagottino intorno a sua mamma. Ciò però è stato sufficiente a far scattare la reprimenda contro la deputata. La quale ovviamente non ci sta. E ha reagito.

Creasy ha così scritto allo speaker (presidente) della Camera dei Comuni, Lindsay Hoyle, il quale ha promesso “che la norma verrà rivalutata e rivista. È importante che tutti i genitori si sentano a loro agio, dentro e fuori dall’aula”. Rilancia la deputata: “Anche perché mica mio figlio mi distrae? Il mio lavoro da parlamentare continuo a farlo benissimo. Si può essere tranquillamente genitori e deputati insieme”. E così ha twittato anche stasera, col motto “This mum votes”. Questa mamma vota.

Questo perché, sì, i parlamentari britannici hanno diritti di congedo genitoriale ma secondo molti i sussidi sono insufficienti e soprattutto devono essere fisicamente presenti per poter votare per i diritti e i provvedimenti delle proprie circoscrizioni. Il portavoce di Boris Johnson ha detto che il governo cercherà di fornire nuove rassicurazioni a madri e padri a Westminster mentre il leader laburista Sir Keir Starmer (lo stesso partito di Creasy) ha fatto sapere di non voler commentare in quanto si tratta di una delicata vicenda regolamentare del parlamento.

Alla Camera dei Comuni britannica è stata Jo Swinson, l’ex leader dei liberal-democratici, la prima a cullare un neonato nel 2018. Da allora anche Stella Creasy lo ha fatto più volte, fino al richiamo di ieri. Mentre, sempre quell’anno, la premier neozelandese Jacinda Ardern fu la prima leader mondiale a fare lo stesso all’Assemblea Generale dell’Onu. E due anni fa un altro neozelandese, lo speaker della Camera Trevor Mallard, allattò addirittura un bambino di un collega, con un biberon.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy