Condividi:

Un concerto per cavie. Mentre in buona parte dell’Europa le misure restrittive dei commerci e dei movimenti delle persone vengono rafforzate per frenare i contagi da coronavirus, in Olanda – racconta la Bbc – è stato fatto un singolare esperimento: mille e cinquecento persone hanno preso parte a un concerto dal vivo non lontano da Amsterdam, a Biddinghuizen, ballando, bevendo, abbracciandosi, per lo più senza mascherine. Non si tratta di un evento illegale, bensì di un  esperimento scientifico che – a quanto racconta l’emittente britannica – è stato addirittura sovvenzionato dal governo olandese. 

Per due giorni mille e cinquecento persone che avevano esibito certificati di negatività e avevano volontariamente acquistato i biglietti per l’evento sono state tenute insieme. Teoricamente avebbero dovuto indossare la mascherina, ma come mostrano le riprese fatte nel capannone dove il concerto si è tenuto in mezzo a effetti speciali, quasi nessuno aveva in realtà bocca e naso coperti. Tutti si abbracciavano, si davano la mano e ballavano uno a pochi centimetri dal’altro in una generale euforia.  

124938596 e4a73ff4 43bf 4705 8c8e 7ef5bfd3ae81 - Olanda, il governo finanzia un esperimento sui giovani: concerto senza distanziamento con test negativo
Il controllo dei test di negatività all’ingresso (ansa)

“Non si tratta di una situazione normale, ma di un contesto controllato. Queste persone hanno tutte esibito un certificato che attesta la loro negatività. Diciamo che si tratta di un esperimento, sono cavie”, commenta l’infettivologo Andreas Voss ai microfoni dell’inviata della Bbc.

I partecipanti hanno indossato sensori di movimento che registrano gli spostamenti della folla. Tra una settimana dovranno tutti rifare il test ant-Covid per vedere se qualcuno è stato contagiato. Akltri eventi simili (concerti e congferenze) sono stati già organizzati in Olanda, ma i risultati dei test non sono stati resi pubblicizzati.

In molti hanno sollevato dubbi di natura etica sull’opportunità di usare dei giovani per fare un test come questo e sulle possibili devastanti conseguenze per la comunità nel caso in cui il concerto si trasformi in una occasione di contagio.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy