Condividi:

Alle 19 si abbatte una tromba d’aria sulla zona nord di Pantelleria, in contrada Campobello, vicino a Cala Cinque denti. Dal mare, il vento travolge un dammuso. I tetti di alcune abitazioni saltano. Le prime fotografie che arrivano sui social mostrano auto ribaltate. Il bilancio è drammatico: due morti e nove feriti. «Quattro sono in gravi condizioni», dice il sindaco Vincenzo Campo. «Stiamo ancora valutando quello che è successo», dice il primo cittadino un’ora dopo la furia della tromba d’aria. Il sindaco è in prima linea a coordinare i soccorsi. «Stiamo ancora proseguendo le ricerche». Intanto, l’elicottero del 118 di stanza a Lampedusa è pronto a intervenire. Ma al momento le condizioni meteo sono proibitive, è impossibile decollare.

Le vittime sono due residenti: Giovanni Errera, 47 anni, vigile del fuoco, e Francesco Valenza, 86 anni, pensionato. Stavano in due auto, stavano percorrendo la strada che porta al lago di Venere. Sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo.
«Quello che si è presentata ai nostri occhi è stata una scena apocalittica», dice un soccorritore del 118, uno dei primi a intervenire. «Al momento sono due i morti accertati — dice — ma le ricerche proseguono, per verificare se ci sono dispersi. La tromba d’aria è arrivata dal mare — spiega — e in pochi secondi ha trascinato in un vortice case e auto che stavano percorrendo la strada perimetrale dell’isola».

204501532 cf834f68 7db7 4a08 9c13 b5030634a4e8 - Pantelleria, una tromba d'aria provoca due morti e nove feriti. I soccorritori: "Scena apocalittica"

Nel momento più drammatico per l’isola, è un tam tam sui social. Arrivano foto, ma soprattutto messaggi di residenti che confermano che stanno bene. Dalla parte opposta dell’isola, infatti, i residenti non hanno avvertito la tromba d’aria.
«La segnalazione arrivata al 118 era per un incidente stradale — racconta un altro soccorritore — appena siamo arrivati ci siamo accorti di quelle due auto ribaltate. Non c’è stato nulla da fare. Un cadavere era su un muretto, l’altro per terra».

In ospedale, ci sono i feriti. Un medico era in auto con la moglie: racconta di aver perso il controllo della vettura. «All’improvviso siamo stati sbalzati sul bordo della strada, ma per fortuna la vettura non si è ribaltata. Siamo riusciti ad aprire gli sportelli e abbiamo cercato riparo. Siamo vivi per miracolo».

Dice il presidente della Regione Nello Musumeci: «Sono vicino alle famiglie delle vittime. La tromba d’aria che è si abbattuta su Pantelleria ha purtroppo provocato due morti, diversi feriti e moltissimi danni. Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari». Si cerca fino a tarda sera, con la luce delle fotoelettriche: «Sono in costante contatto con il direttore della Protezione civile regionale, che si è già attivata». dice il presidente Musumeci.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy