Condividi:

Sarebbe un diciottenne nato a Mosca e di origine cecena l’uomo che ha decapitato il professore di storia vicino a un college a Conflans-Sainte- Honorine, periferia occidentale di Parigi. Nella notte la polizia francese ha fermato cinque persone, fra le quali anche un minore, provenienti dalla cerchia familiare dell’aggressore.

L’agguato è partito alla fine delle lezioni, nel pomeriggio: il giovane ha decapitato il professore con un coltello gridando “Allahu Akhbar”. Le immagini dell’insegnante decapitato sono poi state postate sul profilo Twitter dell’aggressore con un messaggio di rivendicazione: “Allah, ho ucciso un cane dell’Inferno che ha osato infangare il tuo nome”. La polizia municipale, chiamata da alcuni testimoni, ha ucciso il diciottenne.

rep

La vittima è un professore di storia, Samuel P., che nei giorni scorsi aveva mostrato in una classe di liceo le vignette di Maometto pubblicate da Charlie Hebdo, in occasione del processo contro i responsabili della strage del 7 gennaio 2015. La lezione  del professore aveva suscitato le proteste dei genitori di alcuni studenti.Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy