Condividi:

LONDRA. Madre, padre e fratello uccisi dal Covid. Praticamente, quasi una famiglia intera. A raccontare l’atroce esperienza è Francis Goncalves, cuoco di Cardiff, in Galles, che a causa del Coronavirus e dello scetticismo dei suoi cari nei confronti dei vaccini, ha perso suo padre Basil di 73 anni, che ha contratto la malattia in ospedale, sua madre Charmagne di 65, che si è infettata a sua volta, e infine suo fratello Shaul, 40 anni. Tutti sarebbero morti in Portogallo negli ultimi due mesi.

Goncalves, 43 anni, ha riveltato il suo dramma al Daily Mail. Secondo lui tutta la sua famiglia è vittima non solo del Covid ma anche della disinformazione “no vax” che li avrebbero spinti a non vaccinarsi: “Tutte quelle sciocchezze che leggevano online li hanno spaventati parecchio”, ha dichiarato l’uomo al tabloid inglese, “quella propaganda contro i vaccini travolge proprio le persone più insicure, e i miei cari ne sono stati vittime. E non solo loro: ogni giorno mi capita di parlare con gente terrorizzata dai vaccini, a causa di questa disinformazione”.

Papà Basil e mamma Charmagne avevano entrambi malattie pregresse, e a maggior ragione, secondo lui, avrebbero dovuto vaccinarsi. Suo fratello Shaul invece era un uomo sanissimo, “il più sano mai visto. Se non era in palestra, andava a correre. Era sempre in forma, non ha mai avuto un problema fisico di rilievo. Non toccava alcol da 15 anni e neanche la carne. È una tragedia”.

Per questo, Goncalves ora lancia un appello a tutti, soprattutto ai riluttanti giovani in Inghilterra, a vaccinarsi: “Fatelo e non credete a quello che leggete online. Ma perché mai tutti i governi del mondo dovrebbero darvi qualcosa di nocivo? Vaccinatevi. A me il Covid ha ucciso quasi tutta la famiglia”.

Il caso di Francis Goncalves arriva a poche ore da un altro decesso per Covid che ha sconvolto il Paese, dove i nuovi casi rimangono sempre intorno alle 30mila infezioni, e ora di nuovo in leggero aumento. Un altro vaccino-scettico, Brian Lynch, 46 anni, è morto l’altro giorno al Royal Blackburn Hospital dopo aver rifiutato il vaccino. Finito in ospedale, è rimasto in terapia intensiva per oltre 3 settimane, prima di lanciare un appello a vaccinarsi dal suo letto, per poi spirare.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy