Condividi:

Banksy ha confermato che un’immagine dipinta su un muro di Nottingham è una sua creazione. L’artista britannico ha confermato la notizia con un post sulla sua pagina Instagram ufficiale oggi 17 ottobre.

L’opera, all’esterno di un parrucchiere, è stata vista per la prima volta martedì, su un muro di Ilkeston Road. Raffigura una bambina che gioca all’ hula-hoop con la ruota di una bicicletta, accanto a una bici a cui manca la ruota posteriore. Il graffito era già stato fotografato sui social da migliaia di persone che vi avevano riconosciuto l’arte di Banksy.
Il Consiglio della città, pur non sicuro della paternità dell’artista, ha protetto l’opera con un pannello di plexiglass. Appena in tempo, perché poco dopo qualcuno ha vandalizzato la protezione.

144006240 92215613 10b3 479e b74e 96aa8187382e - Regno Unito, la bimba dell'hula hoop è di Banksy. L'artista posta la foto su Instagram

Gli abitanti della città credono che Banksy potrebbe aver realizzato l’opera per portare un sorriso alla popolazione di Nottingham, la città con il più alto tasso di infezione nel Regno Unito. Altri pensano che potrebbe essere un cenno invece a una famosa fabbrica di biciclette della zona.

Il 18 settembre l’artista ha perso i diritti sul marchio del graffito The Flower Thrower. Secondo una decisione europea il suo anonimato significa che non può essere formalmente identificato come l’autore. Un precedente che con buona probabilità ha spinto l’autore a rivelare la paternità della Bimba dell’hula-hoop.

 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy