Condividi:

TORINO – Maurizio Sarri tira un sospiro di sollievo per il pareggio della sua Juve contro l’Atalanta, ma non vuole ancora sentir parlare di scudetto: “Abbiamo affrontato una delle migliori squadre in Europa, in forma – dice l’allenatore bianconero a Dazn – abbiamo voluto per troppo tempo la palla addosso. Abbiamo preso due gol su palla persa, giocare con l’Atalanta è diverso, abbiamo fatto bene nel secondo tempo, meritando il risultato, in un certo momento ho pensato anche di poterla vincere. E’ un punto importante, ma che pesa un punto. Prima avevamo 7 punti di vantaggio, ora 8”. Quando gli chiedono se si sente più tranquillo per il titolo, Sarri sorride: “No, anche perché esiste un proverbio fiorentino a proposito di tranquillo….”. E dallo studio di Dazn, non senza ironia, gli confermano che anche a Roma esiste quel proverbio.

L’esclusione di Pjanic

Sulla fase offensiva contro l’Atalanta, Sarri dice: “Era una gara difficile per gli attaccanti, meno per Cristiano Ronaldo, a Dybala piace venire in su. Nella parte finale abbiamo provato con Higuain che poteva aprire degli spazi. Pjanic non stava benissimo e abbiamo preso scelte diverse, non volevo correre il rischio di un infortunio”. Poi confronta la gara persa con il Milan e il pari con i nerazzurri di Gasperini: “Nel secondo tempo abbiamo messo più energia e corso più in avanti. Era chiaro che ci sarebbero stati momenti difficili, venivano da nove vittorie, un problema per tutti. Non ho dubbi che non abbiamo avuto problema fisico a Milano, era uno svenimento. Stasera eravamo meno brillanti dal punto di vista fisico ma siamo andati bene come tenuta“.

Bonucci: “Importante tenere lontano le inseguitrici”

Oggi era importante provare a vincere, ma portare a casa un punto mantiene a distanza la Lazio e la stessa Atalanta. La squadra ha fatto un grande lavoro di sacrificio, lo spirito di gruppo è quello che dobbiamo avere. Stasera quello che dobbiamo guardare è il risultato: è un punto verso lo scudetto: si vince anche grazie a questi risultati“. Queste le parole di Leonardo Bonucci a Dazn dopo il pareggio con l’Atalanta: “E’ sempre dura giocare contro di loro. Era troppo importante portare a casa il risultato, è un punto importantissimo che tiene lontane le inseguitrici“. Un pareggio fondamentale per i bianconeri, che mercoledì sono attesi da un altro impegno complicato contro il Sassuolo: “Adesso recuperiamo le energie e pensiamo alla prossima gara, incontriamo una dopo l’altra due squadre che giocano bene. A Reggio Emilia sarà difficile portare a casa il risultato”, conclude Bonucci.

Fonte: Corrieredellosport.it

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy