Condividi:
spazzolino consiglio ok - Se hai l’alito cattivo usa spazzolino e dentifricio in questo modo

Autunno. Le giornate si accorciano, le foglie cadono e le mascherine ritornano. È il nuovo ciclo delle stagioni in tempo di pandemia. Se questa estate, complice la vita all’aria aperta, ce le eravamo quasi scordate in borsetta o appese all’avambraccio, ora sono tornate a essere una presenza costante sul nostro viso, costringendo molti di noi a fare i conti con un problema decisamente spiacevole: l’alito cattivo. Impossibile ignorarlo, impensabile resistere ore e ore in apnea in attesa di abbassare la mascherina e prendere un po’ d’aria fresca. E allora come rimediare? Ecco cinque indicazioni utili per rimediare all’alito cattivo.

In questo articolo

Quante volte usare lo spazzolino

Lava i denti almeno due volte al giorno spazzolandoli per tre minuti. Fondamentale la spazzolata prima di andare a dormire, meglio se con filo interdentale. Basta infatti dimenticare di passare il filo interdentale prima di andare a letto perché i microscopici residui di cibo fra i denti vadano in putrefazione.

Come scegliere lo spazzolino

Se usi lo spazzolino manuale, sceglilo con la testina piccola e le setole morbide. Se preferisci lo spazzolino elettrico, utilizzane uno con la testina tonda, le setole morbide e, possibilmente, un movimento roto-oscillatorio. Meglio se dotato di timer e sensore di pressione, per non stressare troppo smalto e gengive.

Quale dentifricio scegliere

Scegli il dentifricio in base alla quantità di fluoro che contiene. Per garantire una buona protezione dalla carie deve essere pari a 1.450 ppm per adulti e bambini sopra i 6 anni di età, mentre per i più piccoli sotto i 6 anni deve essere pari ad almeno 1.000 ppm. 

Come usare il dentifricio

Non ricoprire tutta la testina dello spazzolino di dentifricio. Dai 6 anni in su ne basta una piccola quantità, pari alla grandezza di un pisello. Per i bambini tra i 3 e i 6 anni usa una quantità pari a un chicco di riso, mentre per quelli che hanno 2-3 anni è sufficiente “sporcare” appena le setole dello spazzolino.

Spray e collutorio: sì o no?

Spray e collutori si pensa servano a rinfrescare l’alito, ma è un falso mito. Danno solo un sollievo temporaneo. Il collutorio, inoltre, non è d’obbligo nell’igiene orale, ma può essere usato su consiglio del dentista in situazioni specifiche. Ad esempio dopo l’estrazione di un dente, un intervento o in caso di forte sensibilità dentale.

Leggi anche…

Fonte : Ok Salute

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy