Condividi:
consiglio pancia - Sgonfiare la pancia è facile con queste spezie

Capita a molti dopo mangiato, ma anche nell’arco della giornata, senza motivi apparenti o in situazioni di stress. L’addome si gonfia come un palloncino in tensione. E come se non bastasse arrivano crampi e dolori addominali. Come sgonfiare la pancia in queste situazioni?

Pancia gonfia: attenzione alla dieta e allo stress

In questo articolo

Ci aiuta a capire Gaetano Giovanni Germano, titolare della farmacia Caffo di Catania. «Provocato dalla formazione di un eccesso di aria nell’intestino, il gonfiore è più delle volte legato ad abitudini alimentari scorrette. Come pasti molto veloci o troppo abbondanti. Ma anche consumo di bevande gassate, zuccherine o a base di caffeina. Poi eccesso di legumi o formaggi grassi. Da non sottovalutare poi stress, nervosismo e ansia».

Il primo passo per trovare sollievo è semplice e si traduce nel masticare a lungo i cibi. Rivedere la dieta quotidiana eliminando alimenti e bevande che possono creare gonfiore, cercare di abbassare lo stress durante il giorno. Magari ritagliandosi il tempo per una breve passeggiata dopo pranzo.

Sgonfiare la pancia: farmaci a base di simeticone

«A volte sono sufficienti queste semplici avvertenze per risolvere il disagio» rassicura il farmacista. «In caso contrario si possono anche aggiungere a queste buone pratiche farmaci da banco in gocce, capsule o granulati da sciogliere in acqua a base di simeticone.

Sgonfiare la pancia: carbone vegetale e spezie

Oppure integratori con formulazioni specifiche contro il disturbo. Dà buoni risultati l’assunzione per almeno due mesi, preferibilmente dopo i pasti principali, di capsule o bustine a base di carbone vegetale. Ha una notevole proprietà assorbente che ingloba l’aria in eccesso. E che, associato a cumino, anice, finocchio, aiuta a eliminare il gonfiore e facilita la digestione.

Sgonfiare la pancia: prebiotici e probiotici

Efficace anche l’uso di capsule con prebiotici e probiotici che favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale, aiutando a ridurre la fermentazione del cibo nell’intestino e che per il contenuto di estratti di carciofo, zenzero e meliloto agevolano l’eliminazione dei gas intestinali e la digestione. Utili inoltre integratori in bustine con formulazioni a base di probiotici, estratti vegetali di menta e coriandolo ed enzimi digestivi».

Parlare con gli specialisti

«Per non sprecare tempo, denaro e mettersi al riparo da complicazioni conviene sempre scegliere con il farmacista il prodotto più adatto al proprio caso» conclude Germano. «E rivolgersi al medico se dopo qualche settimana non si notano miglioramenti».

Leggi anche…

Fonte : Ok Salute

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy