Condividi:

OSLO – L’arcipelago norvegese delle Svalbard è al centro di una dura controversia tra Norvegia e Unione europea sulla pesca del merluzzo. Nelle prossime settimane, i pescherecci dell’Ue rischiano di essere sequestrati nelle acque al largo delle isole regno degli orsi polari, e i loro proprietari perseguiti perché Oslo sostiene che le loro quote di pescato sono finite.

Il dibattito è una delle conseguenze della Brexit. Un anno fa il Regno Unito si offrì di dare un periodo di transizione di tre anni ai pescherecci europei, pur riducendo via via le quote di pescato nelle proprie acque territoriali.

“Non vi è alcuna base nel diritto internazionale per l’Unione europea, riguardo le quote nelle acque norvegesi”, ha detto a Politico, Audun Halvorsen, il Segretario di stato del ministro degli Esteri norvegese. E’ vero però che tutti gli Stati membri dell’Unione europea, nonché la Norvegia, sono parti contraenti della convenzione Onu sul diritto del mare, che impone loro di cooperare nella gestione dello sfruttamento delle risorse marine vive.

Ed è anche vero che nel 1920 tutti firmarono il trattato di Parigi che imponeva delle limitazioni alla sovranità norvegese sull’arcipelago delle Svalbard. A quella firma si rifa il blocco europeo. Nel carteggio diplomatico, scrive Politico, l’Ue sostiene inoltre che la Norvegia ha discriminato Bruxelles a favore delle navi norvegesi e russe.

Non è la prima volta che ci sono frizioni Oslo-Bruxelles sull’Artico. Risale a tre anni fa la polemica con al centro sempre le Svalbard. Quella volta si trattava della grancevola artica. Il Consiglio europeo fissò il numero delle licenze e delle navi autorizzate a svolgere tali attività di pesca. Ma Oslo tuttavia, non volle riconoscere le licenze dell’Ue. Il tutto si risolse con il blocco della pesca da parte deglle autorità norvegesi e  il fallimento e la perdita di centinaia di posti di lavoro.

La Norvegia sospetta che l’Ue stia cercando di creare precedenti legali per esercitare i propri interessi nell’Artico. Nella corrispondenza diplomatica, vista da Politico, si legge: “La Norvegia ha notato l’interesse che l’Ue mostra sempre di più verso l’Artico. Lo scontro legale potrebbe avere implicazioni di politica estera e sicurezza”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy