Condividi:
160036851 9cafb812 7396 457b 8d8c aa83010ca2b3 - Svizzera e Francia, due inchieste contro Salameh: "Il governatore della banca centrale libanese ha sottratto 2miliardi di dollari"

Un malloppo miliardario, accumulato a scapito di un paese, il Libano, oggi economicamente in ginocchio, flagellato nell’ultimo anno da pandemia, crisi politica e dal gigantesco incendio che, nell’agosto del 2020, ha devastato il porto di Beirut. Eppure il presidente della banca centrale libanese, il 70 enne Riad Salameh, un passato a Merill Lync, in carica come banchiere centrale a Beirut dal ‘93 e restio alle dimissioni, nonostante l’odio nei suoi confronti da parte di buona parte dei cittadini della nazione dei cedri, avrebbe saccheggiato l’istituto da lui guidato, alleggerendolo di oltre 2 miliardi di dollari.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy