Condividi:
215419262 c25068e3 eccb 47f3 bdfc 5557e923e617 - Usa, arrestato l'uomo che indossava la felpa "Camp Auschwitz" durante l'assalto al Congresso

WASHINGTON – L’uomo che indossava la felpa con la scritta ‘Camp Auschwitz’ durante l’assalto al Congresso Usa è stato arrestato a Newport News, Virginia. Robert Keith Packer, questo il suo nome, era stato immortalato in diverse foto e la sua felpa nera, con il riferimento al campo di concentramento nazista e l’immagine di un teschio, aveva suscitato sdegno e condanne. Alcuni media lo avevano identificato in base agli account social di persone che lo conoscevano.

La sua felpa comprendeva la frase ‘Il lavoro porta la libertà’, una traduzione rozza del motto ‘Arbeit macht frei’ (Il lavoro rende liberi), inscritto su uno degli ingressi del campo di concentramento dove, durante la Seconda guerra mondiale, furono sterminati oltre un milione di ebrei dal regime nazista.

Packer, che ha 56 anni, è accusato di essere entrato in modo violento al Campidoglio e e di “essere rimasto consapevolmente in un edificio o terreno con accesso limitato senza permesso”. L’uomo, con capelli e barba lunghi e grigi, viene descritto dai vicini come un estremista che aveva avuto problemi con la legge. Ex saldatore e idraulico, ha precedenti per guida in stato d’ebbrezza e falsificazione di registri pubblici.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy