Condividi:

WASHINGTON – Un cittadino di Singapore si è dichiarato colpevole negli Stati Uniti di lavorare come agente segreto per conto della Cina. Il Dipartimento di Stato americano ha fatto sapere che l’uomo era stato accusato di usare la sua attività di consulenza politica nel Paese come copertura per raccogliere informazioni per l’intelligence cinese.

Si tratta dell’ultimo episodio della Guerra Fredda diplomatica tra Washington e Pechino che ha già portato l’amministrazione Usa a chiudere il consolato cinese a Houston in Texas e Pechino, per ritorsione, a chiudere quello americano a Chengdu. Gli Stati Uniti, inoltre, questa settimana hanno arrestato una ricercatrice cinese accusata spionaggio che era riuscita a rifugiarsi inizialmente presso l’ambasciata di San Francisco.

rep

Jun Wei Yeo, anche conosciuto come Dickson Yeo, è stato arrestato l’anno scorso e ieri ha ammesso di avere spiato per la Cina dal 2015 raccogliendo informazioni riservate da individui con autorizzazioni di sicurezza di alto livello facendo credere loro che erano destinate a clienti della sua società di consulenza.

rep

“Sotto la direzione di agenti dell’intelligence cinese, l’imputato ha preso di mira impiegati del governo degli Stati Uniti e un ufficiale dell’esercito per ottenere informazioni a favore del governo cinese. Mr Yeo ha ammesso di aver creato una falsa società di consulenza per il suo piano. Ha cercato persone vulnerabili al reclutamento ha fatto in mnodo di non essere smascherato”, ha affermato Alan E. Kohler Jr., vicedirettore del controspionaggio dell’Fbi. “Ma questo non riguarda solo lui nello specifico. Questo caso è l’ennesima prova che la Cina non si ferma nell’intento di sottrarre la tecnologia e le informazioni politiche agli Stati Uniti per i propri interessi. L’Fbi e i nostri partner saranno altrettanto aggressivi nel perseguire queste persone che infrangono le nostre leggi “.Fonte: Repubblica

Condividi:

Rispondi

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy