Condividi:

L’ex fidanzata di Matt Gaetz, il rappresentante repubblicano alla Camera tirato in ballo per una storia di sesso a pagamento con minorenni, avrebbe deciso di collaborare con i procuratori che indagano da mesi. Lo riportano i media americani. Si tratta di una donna che ha lavorato allo staff del politico e considerata “testimone chiave”.

E’ la seconda persona a dichiararsi pronta a collaborare.

Lunedi’ era toccato a Joel Greenberg, amico di Gaetz, incriminato per una serie di reati federali. Secondo il Daily Best, inoltre, Greenberg sarebbe in possesso di alcuni screenshot di messaggi riguardanti il politico. Le frasi sarebbero apparse sulla app Signal dove i messaggi spariscono dopo trenta secondi. “Non e’ una buona notizia per lui”, ha commentato al sito Insider una ex agente della Fbi, Sherine Ebadi. Gaetz, 39 anni, entrato alla Camera per la prima volta nel 2017, e’ sospettato di aver fatto sesso a pagamento con una ragazza che, all’epoca, aveva 17 anni. Il repubblicano, considerato un fedelissimo di Donald Trump, non risulta sotto inchiesta. Lui ha sempre respinto ogni accusa.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy