Condividi:

È partito oggi in tutta Europa il Vax Day, la campagna di vaccinazione che punta a mettere fine alla pandemia di coronavirus e consentire un ritorno alla vita normale.

Il vaccino Pfizer-BioNTech è stato consegnato a tutti i 27 Paesi membri. L’Agenzia europea per i medicinali ha approvato il vaccino il 21 dicembre e l’obiettivo è che tutti gli adulti vengano vaccinati entro la fine del 2021.

In Europa sono state contagiate 16 milioni di persone e ci sono state più di 336 mila vittime  e in quasi tutti i Paesi sono al momento in atto misure di lockdown più o meno rigide. Sarà uno sforzo poderoso che metterà in campo sfide logistiche e di sicurezza senza precedenti, complicato dal fatto che da alcune settimane circola nel mondo una variante del virus più contagioso. Ma i vaccini, hanno assicurato gli esperti, dovrebbero funzionare.

Nella giornata simbolica per l’intero continente in lotta contro il coronavirus è il premier ceco Andrej Babis tra i primissimi a ricevere il vaccino contro il Covid-19 in Europa. Con Babis questa mattina a Praga è stato vaccinato anche il 95nne e Emilie Repikova.

Araceli Rosario Hidalgo, 93 anni, ospite dal 2013 della casa di riposo vicino a Madrid, è stata invece la prima persona in Spagna ad essere vaccinata contro il Covid-19, alle 9 di questa mattina. Alcuni minuti dopo è stata vaccinata Monica Tapias, nata nel 1972, tecnica ausiliaria di infermeria, che lavora nello stesso centro da dieci anni. In Spagna, il coronavirus ha mietuto molte vittime nelle residenze per anziani. 

In Francia, si comincerà nelle prossime ore, mentre la campagna è già parzialmente partita in Germania con la prima somministrazione ieri ad una donna di 101 anni, Edith Kwoizalla, in una casa di riposo in Sassonia-Anhalt. La centenaria “ha ricevuto l’iniezione con calma, sorridendo dietro la maschera”, afferma  Die Zeit.

Il New York Times spiega che in Sassonia-Anhalt  le autorità “hanno ritenuto che non ci fosse motivo di aspettare”. Il resto del paese ha atteso fino ad oggi per lanciare “la più grande campagna di vaccinazione nella storia tedesca”, ha scritto  il Frankfürter Allgemeine Zeitung.

“Stiamo iniziando a voltare pagina di un anno difficile”, ha scritto su Twitter il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, descrivendo come “toccante momento di unità” la campagna di vaccinazione europea, “la chiave per uscire dalla pandemia ”. Una relativa unità, tuttavia, poiché tre paesi non hanno avuto la pazienza di aspettare fino a oggi. Ungheria e Slovacchia hanno avviato la campagna di vaccinazione per il Covid in anticipo di 24 ore rispetto al Vaccine Day fissato dall’Unione europea per il 27 dicembre.

Appena ricevute le prime dosi del siero sviluppato da Pfizer/BioNTech, Budapest ha cominciato a vaccinare gli operatori sanitari, in prima linea nella lotta al coronavirus. La vaccinazione di massa nel Paese dell’Europa orientale è attesa nella prima metà del 2021. “Oggi abbiamo intrapreso un passo importante nel frenare l’epidemia”, ha commentato il ministro ungherese per le Risorse Umane, Miklos Kasler. Sulla stessa linea la Slovacchia: il ministero della Salute di Bratislava ha annunciato l’avvio della “vaccinazione nell’ospedale di Nitra” a partire dalla serata di Santo Stefano.

Vedere l’Ungheria agire da sola non è stata una sorpresa, ha osservato la redazione europea di Politico. “Il primo ministro Viktor Orbán ha ripetuto per mesi che l’Ungheria stava lavorando più duramente di qualsiasi altro paese europeo per garantire l’accesso ai vaccini”.  La decisione di iniziare le vaccinazioni sabato “sarà probabilmente vista come un tentativo di minare la strategia vaccinale europea”, ha scritto il sito.

Per Paolo Gentiloni,  commissario europeo agli affari economici, si tratta di “un giorno di speranza” e ringrazia la ricerca. “Ma l’arrivo dei vaccini è solo il primo passo. La svolta saranno le vaccinazioni. Di tutti, nel mondo intero.”. Lo scrive su Twitter

Fonte: Repubblica

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy