Condividi:

La Cina non è tra i 110 Paesi invitati dalla Casa Bianca al summit virtuale sulla democrazia in programma il 9 e il 10 dicembre. Nella lista pubblicata oggi sul sito del Dipartimento di Stato figurano gli alleati europei, l’Iraq e l’India, mentre spicca su tutte l’assenza della Cina. La scelta di Joe Biden è conseguenza delle tensioni tra Washington e Pechino, più volte accusata dall’amministrazione Biden di violare i diritti umani nella regione dello Xinjang, in Tibet e ad Hong Kong. Nell’elenco degli invitati al vertice è stata invece inserita Taiwan con una scelta che rischia di compromettere anche le prove di disgelo avviate con il summit virtuale tra Joe Biden e Xi Jinping.

Tra gli esclusi illustri ci sono anche la Turchia, pure alleato degli Usa nell’ambito della Nato, l’Ungheria di Viktòr Orban e tutti i principali partner arabi degli Usa: Egitto, Arabia Saudita, Giordania, Qatar ed Emirati Arabi. Biden aveva promesso nel primo anno di presidenza di promuovere un vertice mondiale che radunasse paesi che la pensano allo stesso modo attorno agli sforzi per combattere la corruzione e l’autoritarismo e per promuovere i diritti umani.

Joe Biden ha invitato il Brasile anche se il suo presidente, Jair Bolsonaro, esponente della destra, è stato criticato per avere una tendenza autoritaria ed è stato un fermo sostenitore di Donald Trump. In Europa, la Polonia è stata invitata al vertice nonostante le persistenti tensioni con l’Unione europea sulla situazione in materia di diritti umani per il comportamento di Varsavia nella vicenda dei migranti bloccati al confine con la Bielorussia. L’Ungheria, guidata dal primo ministro nazionalista intransigente Orban, non è stata invece invitata. Dal Medio Oriente sono invitati solo Israele e Iraq.

Bielorussia, flash mob davanti all’ambasciata polacca a Roma: “Buttiamo giù i muri, l’umanità non ha confini”

802651 thumb rep 191121 flash mob europa verde am - Biden esclude la Cina e chiama Taiwan al summit sulla democrazia: 110 i Paesi invitati

In Africa, la Repubblica Democratica del Congo, il Sudafrica, la Nigeria e il Niger sono compresi tra i paesi della lista. Nell’annunciare il vertice, la Casa Bianca ha affermato che l’incontro “stimolerà impegni e iniziative su tre temi principali: difesa dall’autoritarismo, lotta alla corruzione e promozione del rispetto dei diritti umani”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy