Condividi:

La curva dei contagi sale ancora. L’Europa con i colori dell’epidemia diventa più scura. Ma il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro è cautamente ottimista: “La crescita è più limitata rispetto alle settimane precedenti”. Il quadro internazionale impone però la cautela: “Abbiamo una situazione che si sta lentamente scurendo in Europa. Ci sono Paesi che hanno un colore rosso scuro, come il bacino del Mediterraneo, la Francia, il Belgio”. Aumentano anche i ricoveri. “In alcune Regioni il tasso di occupazione sfiora il 10%”.

I vaccini però, conferma Brusaferro, “restano altamente efficaci. Il 58% degli italiani ha ricevuto il ciclo completo e c’è una forte adesione dei giovani”. Fra gli over 60 restano non protetti il 16-17%, mentre fra gli over 50 uno su quattro manca all’appello. “Le giovani generazioni stanno aderendo in modo massiccio – ribadisce il presidente dell’Iss – con la fascia 20-29enni che raggiunge il  64% con la prima dose”.

Il virus, con la variante Delta ormai dominante (quasi al 70% secondo l’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità, Iss, e destinata a diventare esclusiva secondo Brusaferro), continua a correre con la vita sociale dei giovani. “La fascia d’età dove ricadono più contagi è quella 10-29 anni. L’età mediana della diagnosi è di 27 anni, quella del ricovero 52”.

Covid, Rezza: “Con Green Pass possibile vivere un’ estate quasi normale”

785540 thumb rep 060821 rezza con green pass esta - Brusaferro: "La curva del Covid cresce ancora, ma in modo più contenuto"

L’indice di replicazione del virus resta sostanzialmente uguale alla settimana scorsa: da 1,57 è passato a 1,56. L’incidenza dei nuovi casi però è in crescita, a confermare l’estensione dell’epidemia in Italia: da 58 casi settimanali ogni 100mila abitanti si è passati a 68. In aumento anche l’occupazione degli ospedali. I letti in terapia intensiva dedicati ai pazienti Covid sono arrivati al 3% dei letti disponibili. Dai 189 del 27 luglio sono saliti ai 258 del 3 agosto. Nei reparti ordinari invece il tasso di occupazione è arrivato al 4%. I ricoverati sono passati da 1.611 a 2.196.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy