Condividi:
Relata notifica cartela pagamento Equitalia impugnazione - Codici Tributo Comunicazioni Irregolarità 36-bis Avvisi Bonari

L’agenzia delle entrate introduce 26 nuovi codici tributo per il pagamento delle comunicazioni di irregolarità previste dall’articolo 36-bis, D.P.R. n. 600/1973. Nel gergo si chiamano avviso bonari ossia comunicazioni a fronte delle quali l’agenzia delle entrate richiede il pagamento in una misura ridotta rispetto alla sanzione ordinaria. Solitamente parliamo del 10% della minore imposta o tassa omessa in luogo del 30% che prevedrebbe la normativa in ipotesi di accertamento fiscale.

Nel seguito vediamo il testo della Risoluzione del 18 marzo 2021, n. 20 e quali sono le modalità di compilazione viste in pratica.

Cerchiamo di fornire qualche chiarimento utile anche in risposta alle domande che pervengono dai nostri lettori fornendo degli esempi per la compilazione ed evidenziando quali sono gli elementi obbligatori da inserire nel modello F24.

vero è che ormai, qualora procediate tramite home banking, le banche prevedono dei controlli formali che impediscono eventualmente la trasmissione ed il pagamento del modello F24 che riporta errori. Tuttavia non sempre è così per cui meglio sapere cosa e come si compila un modello F24 per questa tipologia di sanzioni.

Parliamo di codici tributo per le comunicazioni ex 36-bis, D.P.R. n. 600/1973.

Che significa comunicazione irregolarità e controllo “automatico”

Il Significato risiede nella particolare tipologia di controlli che danno logo a queste comunicazioni e che si sostanziano in controlli automatizzati implementati dall’agenzia delle entrate per correggere dichiarazioni predisposte dal contribuente o dal caf o dal commercialista che non quadrano con le risultanze presenti nell’anagrafe tributaria.

Non vi spaventate perchè non sempre è il contribuente ad avere torto, tutt’altro. I dati che sono presenti nell’anagrafe tributaria sono trasmessi al amministrazione finanziaria da soggetti quali per esempio banche, assicurazioni, strutture sanitarie che a loro volta possono commettere degli errori per cui sempre meglio effettuare un controllo, analisi e verifica dei dati presenti nell’avviso bonario emesso dall’agenzia delle entrate in automatico.

Codici Tributo Comunicazione Irregolarità

Al fine di consentire il versamento, con le modalità di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, delle somme dovute a seguito delle comunicazioni inviate ai sensi dell’articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973, si istituiscono i codici tributo indicati nella tabella che segue. Per agevolare i contribuenti, nella tabella, in corrispondenza dei codici tributo di nuova istituzione, è riportato il codice di riferimento utilizzato per il versamento spontaneo.

Codici tributo per versamenti ai sensi dell’articolo 36-bis del
D.P.R. n. 600/1973
Codice tributo per versamento spontaneo
“984D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – RITENUTA 5 PER CENTO OPERATA DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA SULLE RENDITE AVS E LLP – ARTICOLO 76, COMMI 1 E 1 BIS – LEGGE 30 DICEMBRE 1991, N. 413 – IMPOSTA 1065
“985D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – RITENUTA 5 PER CENTO OPERATA DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA SULLE RENDITE AVS E LLP – ARTICOLO 76, COMMI 1 E 1 BIS – LEGGE 30 DICEMBRE 1991, N. 413 – INTERESSI
“986D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – RITENUTA 5 PER CENTO OPERATA DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA SULLE RENDITE AVS E LLP – ARTICOLO 76, COMMI 1 E 1 BIS – LEGGE 30 DICEMBRE 1991, N. 413 – SANZIONI
“987D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – P.I.R. – SOMME DOVUTE A TITOLO DI IMPOSTE ED INTERESSI A SEGUITO DELLA DECADENZA DAL BENEFICIO FISCALE – ARTICOLO 1, COMMA 106, DELLA LEGGE 11 DICEMBRE 2016, N .232 – IMPOSTA 1070
“988D” – ART. 36-bis D.P.R. 600/73 – P.I.R. – SOMME DOVUTE A TITOLO DI IMPOSTE ED INTERESSI A SEGUITO DELLA DECADENZA DAL BENEFICIO FISCALE – ARTICOLO 1, COMMA 106, DELLA LEGGE 11 DICEMBRE 2016, N .232 – INTERESSI
“989D” – ART. 36-bis D.P.R. 600/73 – P.I.R. – SOMME DOVUTE A TITOLO DI IMPOSTE ED INTERESSI A SEGUITO DELLA DECADENZA DAL BENEFICIO FISCALE – ARTICOLO 1, COMMA 106, DELLA LEGGE 11 DICEMBRE 2016, N .232 – SANZIONI
“990D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO MATURATO DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA PER L’EROGAZIONE DEL TRATTAMENTO INTEGRATIVO – ARTICOLO 1, COMMA 4, DECRETO-LEGGE 5 FEBBRAIO 2020, N. 3 – IMPOSTA 1701170E
“991D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO MATURATO DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA PER L’EROGAZIONE DEL TRATTAMENTO INTEGRATIVO – ARTICOLO 1, COMMA 4, DECRETO-LEGGE 5 FEBBRAIO 2020, N. 3 – INTERESSI
“992D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO MATURATO DAI SOSTITUTI D’IMPOSTA PER L’EROGAZIONE DEL TRATTAMENTO INTEGRATIVO – ARTICOLO 1, COMMA 4, DECRETO-LEGGE 5 FEBBRAIO 2020, N. 3 – SANZIONI
“993D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – IMPOSTA SOSTITUTIVA IRPEF E ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI SUI COMPENSI PER LEZIONI PRIVATE E RIPETIZIONI – ACCONTO PRIMA RATA – ACCONTO SECONDA RATA O UNICA SOLUZIONE – ARTICOLO 1, COMMA 13, LEGGE 30 DICEMBRE 2018, N. 145 – INTERESSI 18541855
“994D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – IMPOSTA SOSTITUTIVA IRPEF E ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI SUI COMPENSI PER LEZIONI PRIVATE E RIPETIZIONI – ACCONTO PRIMA RATA – ACCONTO SECONDA RATA O UNICA SOLUZIONE – ARTICOLO 1, COMMA 13, LEGGE 30 DICEMBRE 2018, N. 145 – SANZIONI
“995D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 -IMPOSTA SOSTITUTIVA IRPEF E ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI SUI COMPENSI PER LEZIONI PRIVATE E RIPETIZIONI – SALDO – ARTICOLO 1, COMMA 13, LEGGE 30 DICEMBRE 2018, N. 145 – IMPOSTA 1856
“996D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – IMPOSTA SOSTITUTIVA IRPEF E ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI SUI COMPENSI PER LEZIONI PRIVATE E RIPETIZIONI – SALDO – ARTICOLO 1, COMMA 13, LEGGE 30 DICEMBRE 2018, N. 145 – INTERESSI
“997D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – IMPOSTA SOSTITUTIVA IRPEF E ADDIZIONALI REGIONALI E COMUNALI SUI COMPENSI PER LEZIONI PRIVATE E RIPETIZIONI – SALDO – ARTICOLO 1, COMMA 13, LEGGE 30 DICEMBRE 2018, N. 145 – SANZIONI
“998D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – IMPOSTA SOSTITUTIVA DELL’IRPEF – PENSIONATI ESTERI NUOVI RESIDENTI – ARTICOLO 24-TER DEL DPR 22 DICEMBRE 1986, n. 917 (TUIR) – IMPOSTA 1899
“999D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – IMPOSTA SOSTITUTIVA DELL’IRPEF – PENSIONATI ESTERI NUOVI RESIDENTI – ARTICOLO 24-TER DEL DPR 22 DICEMBRE 1986, n. 917 (TUIR) – INTERESSI
“901F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 -IMPOSTA SOSTITUTIVA DELL’IRPEF – PENSIONATI ESTERI NUOVI RESIDENTI – ARTICOLO 24-TER DEL DPR 22 DICEMBRE 1986, n. 917 (TUIR) – SANZIONI
“902F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 -CREDITO D’IMPOSTA CANONI DI LOCAZIONE, LEASING, CONCESSIONE O AFFITTO D’AZIENDA – ARTICOLO 28 – DECRETO-LEGGE 19 MAGGIO 2020, N. 34 – IMPOSTA 6920
“903F” – ART. 36-bis D.P.R. 600/73 -CREDITO D’IMPOSTA CANONI DI LOCAZIONE, LEASING, CONCESSIONE O AFFITTO D’AZIENDA – ARTICOLO 28 – DECRETO-LEGGE 19 MAGGIO 2020, N. 34 INTERESSI
“904F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO D’IMPOSTA CANONI DI LOCAZIONE, LEASING, CONCESSIONE O AFFITTO D’AZIENDA – ARTICOLO 28 – DECRETO-LEGGE 19 MAGGIO 2020, N. 34 – SANZIONI
“905F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 -CREDITO D’IMPOSTA COMMISSIONI PAGAMENTI ELETTRONICI – ARTICOLO 22, DECRETO-LEGGE 26 OTTOBRE 2019, N. 12 – IMPOSTA 6916
“906F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO D’IMPOSTA COMMISSIONI PAGAMENTI ELETTRONICI – ARTICOLO 22, DECRETO-LEGGE 26 OTTOBRE 2019, N. 12 – INTERESSI
“907F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 -CREDITO D’IMPOSTA COMMISSIONI PAGAMENTI ELETTRONICI – ARTICOLO 22, DECRETO-LEGGE 26 OTTOBRE 2019, N. 12 – SANZIONI
“908F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE E ACQUISTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE – ARTICOLO 125, DECRETO-LEGGE 19 MAGGIO 2020, N. 34 – IMPOSTA 6917
“909F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE E ACQUISTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE – ARTICOLO 125, DECRETO-LEGGE 19 MAGGIO 2020, N. 34 – INTERESSI
“910F” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE E ACQUISTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE – ARTICOLO 125, DECRETO-LEGGE 19 MAGGIO 2020, N. 34 – SANZIONI

I suddetti codici sono utilizzabili nell’eventualità in cui il contribuente, destinatario della comunicazione inviata ai sensi dell’articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973, intenda versare solo una quota dell’importo complessivamente ivi richiesto.

In tal caso, deve essere predisposto un modello F24 nel quale i codici istituiti sono esposti nella sezione “Erario“, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati“, riportando anche, nei campi specificamente denominati, il codice atto e l’anno di riferimento (nel formato “AAAA”) reperibili all’interno della stessa comunicazione.

Esempio compilazione codice tributo F24

Se prendiamo per esempio la compilazione del codice tributo 1070 relativo a “987D” – ART. 36-BIS D.P.R. 600/73 – P.I.R. – SOMME DOVUTE A TITOLO DI IMPOSTE ED INTERESSI A SEGUITO DELLA DECADENZA DAL BENEFICIO FISCALE – ARTICOLO 1, COMMA 106, DELLA LEGGE 11 DICEMBRE 2016, N .232 – IMPOSTA

nel seguito trovate la rappresentazione schematica del modello messa a disposizione dell’agenzia delle entrate.

P.I.R. – SOMME DOVUTE A TITOLO DI IMPOSTE ED INTERESSI A SEGUITO DELLA DECADENZA DAL BENEFICIO FISCALE – ARTICOLO 1, COMMA 106, DELLA LEGGE. N. 232/2016

Sezione modello F24 da compilare: ERARIO

Riferimento Normativo: Legge  232 del 11/12/2016 – Art. 1, Comma 106 Visualizza Risoluzione

ESEMPIO 1: importo da versare

I dati proposti nell’esempio sono solo a titolo esemplificativo

Importo: 6.000,00 Euro
Anno dimposta in cui è iniziato l’investimento nel piano di risparmio: 2020
SEZIONE ERARIO
IMPOSTE DIRETTE – IVA
RITENUTE ALLA FONTE
ALTRI TRIBUTI E INTERESSI
codice tributo   rateazione/regione/
prov./mese rif.
  anno di
riferimento
  importi a debito
versati
  importi a credito
compensati
  SALDO (A – B)
(1) 1070 (2)   (3) 2020 (4) 6.000,00 (5)  
             
             
             
             
             
codice ufficio   codice atto             TOTALE    A (6)   B (7)   (8)  
(9)     (10)    
Campi del modello F24 come compilare il campo
(1) codice tributo: indicare 1070
(2) rateazione/regione/prov/mese rif: non compilare
(3) anno di riferimento: anno dimposta in cui è iniziato l’investimento nel piano di risparmio, nell’esempio 2020
(4) importi a debito versati: indicare l’importo a debito, nell’esempio 6.000,00
(5) importi a credito compensati: non compilare
(6) TOTALE A: somma degli importi a debito indicati nella Sezione Erario
(7) TOTALE B: somma degli importi a credito indicati nella Sezione Erario, non compilare se non sono presenti importi a credito
(8) SALDO (A – B): indicare il saldo (TOTALE A – TOTALE B)
(9) codice ufficio: non compilare
(10) codice atto: non compilare

Guida Comunicazioni Irregolarità

Avviso Bonario o Comunicazione Agenzia Entrate 2021: come difendersi, F24, codici tributo da utilizzare per il pagamento spontaneo

Valuta l’articolo

[Totale: 0 Media: 0]

Fonte: Tasse-fisco.com

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy