Condividi:
200138945 1048d40b 05ff 4d33 842a 00459191ae2f - Coppa Italia, Genoa-Perugia 3-2. Anche lo Spezia va avanti

ROMA – Trentaduesimi di finale in campo oggi per la Coppa Italia: nel primo degli incontri in programma, lo Spezia si è imposto con il punteggio di 3-1 sul Pordenone: ai sedicesimi la squadra di Thiago Motta troverà la vincente di ParmaLecce. A seguire, in campo Genoa e Perugia: la squadra di Ballardini, andata sotto di due reti, riesce a vincere in rimonta grazie alla rete di Kallon nel finale. I rossoblù attendono la prossoima avversaria dalla sfida tra Salernitana e Reggina.

Pordenone-Spezia 1-3

Il primo sussulto arriva al 12’ ma lo scontro in area spezzina che coinvolge Pellegrini non viene sanzionato dal signor Ghersini. Che anzi ammonisce il numero 11 neroverde.  La risposta dello Spezia arriva al 15’, con la conclusione di Verde dal limite deviata dal tuffo plastico di Perisan. Al 32’ ancora Pordenone: azione sulla sinistra con Pellegrini che scarica il mancino verso la porta avversaria, ma trova Zoet attento sul primo palo. Nell’ultimo quarto d’ora sale in cattedra Perisan: Colley due volte Verde sbattono contro il muro eretto dall’estremo difensore dei neroverdi. Che però deve cedere al 39’, quando Erlic salta più in alto di tutti sugli sviluppi dell’ennesimo angolo conquistato dallo Spezia. Spezia ancora avanti in chiusura di primo tempo con due tiri dalla distanza. Kovalenko non riesce a sorprendere Perisan, ma nel recupero la gran botta di Nikolaou non lascia scampo al portiere friulano che può solo guardale la sfera insaccarsi per lo 0-2 con cui si va al riposo. Nella ripresa subito pericoloso il neoentrato Folorunsho, che al 5’ guadagna e trasforma il rigore dell’1-2. Al 13’ ancora Perisan decisivo in uscita, stavolta su Mraz. Le due squadre faticano a tenere i ritmi del primo tempo e le occasioni latitano fino al 36’, quando sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra lo Spezia guadagna un rigore grazie all’atterramento di Maggiore ad opera di Misuraca e alla segnalazione del VAR. Colley (38’) trasforma di potenza, con Perisan vicino all’ennesima parata. Le uniche risposta che riesce ad orchestrare il Pordenone arrivano con tiri deboli di Tsadjout che non impensieriscono Zoet. Ma è lo Spezia a chiudere in attacco, con il sinistro di Gyasi che si infrange sulla traversa al primo dei 6 minuti di recupero.

Genoa-Perugia 3-2

Pronti-via e il Perugia passa immediatamente in vantaggio: al 2′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Dell’Orco, Carretta dapprima impegna il portiere avversario Marchetti di testa poi, sulla ribattuta, è il più rapido a depositare in rete, 0-1. Il Perugia raddoppia al 10′: passaggio di Carretta in profondità per Falzerano che a sua volta indirizza la sfera sul secondo palo dove Lisi la spinge dentro, 0-2, gol confermato dopo il consulto del Var. Il Genoa accorcia le distanze al 26′: su una punizione di Criscito, Burrai intercetta il pallone con la mano in area, calcio di rigore della cui trasformazione si incarica, con successo, lo stesso Criscito, 1-2. Il Genoa cerca immediatamante la via del pari, ma al 28′ è provvidenziale il disturbo di Falzerano sul tentativo di conclusione di Hernani. Al 32′ Murano, del Perugia, cerca il gol da cineteca con una conclusione al volo di tacco, palla fuori. Al 39′ però il Perugia resta in 10: cartellino rosso per Curado che trattiene Bianchi, lanciato a rete, al limite dell’area. Immediato il pari del Genoa: Hernani, vinto un duello con Kuan, calcia a rete, la palla dapprima impatta sul palo, per poi rimbalzare sulla schiena di Chichizola e carambolare in rete. Ancora Genoa poco dopo, ma Chichizola è reattivo sul tentativo di Bianchi. Subito Genoa in avvio di ripresa: Kallon al tiro, Chichizola in corner. Al 7′, a provarci è Destro, il portiere del Perugia c’è. Si susseguono i tentativi genoani, con Criscito e ancora con Destro. la conclusione di quest’ultimo, al 23′, è centrale e Chichizola non ha problemi. Buona iniziativa, al 38′, di Cambiaso: Chichizola alza sopra la traversa. La rete della squadra di Ballardini arriva al 42′: la firma Kallon sugli sviluppi di un corner, con un sinistro dal limite a girare che va ad insaccarsi, 3-2. Nel recupero, un non domo Perugia ci prova con Vano, colpo di testa di poco fuori. 

Fonte: Corrieredellosport.it

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy