Condividi:

Il primo aereo è atterrato in Sardegna pochi minuti prima delle 22 del 26 dicembre, poi è toccato a Bari e Palermo. Trasportavano le prime dosi dei vaccini Pfizer-Biontech arrivati in Italia. Il lotto è stato trasportato dallo Spallanzani all’aeroporto militare di Pratica di Mare. E dall’hub nazionale cinque aerei militari (due dell’Aeronautica, due dell’Esercito e uno della Marina) hanno trasportato le dosi nelle regioni più lontane per permettere di far partire le vaccinazioni simultaneamente in tutta Italia. Per le altre sono stati disposti e portati a termine i trasferimenti via terra.

L’arrivo dei vaccini anti-Covid a Bari

748062 thumb rep vaccino - Coronavirus, il vaccino atterra in Sardegna, Sicilia e Puglia: il piano parte in tutta Italia contemporaneamente

Ore 21,55 Sardegna

È atterrato pochi minuti prima delle 22 all’aeroporto di Cagliari-Elmas il volo dell’Aeronautica militare con a bordo le prime 180 dosi del vaccino Pfizer-BionTech destinate alla Sardegna. Il velivolo, un C27J, era atteso per le 19,30. I vaccini sono stati presi in custodia dai militari del Reggimento Logistico della Brigata Sassari e sono stati scortati dai carabinieri del Comando Provinciale fino alla caserma Villasanta in viale Poetto a Cagliari, per poi essere consegnati domani all’ospedale Brotzu dove si terrà il Vaccine Day. Le prime 180 dosi di siero sono destinate al personale sanitario. I primi ad essere vaccinati saranno un medico e una infermiera dell’Azienda Ospedaliera Brotzu.

Ore 22, Puglia

Sono atterrate in Puglia, all’aeroporto di Bari, le prime 505 dosi di vaccino anti covid. “La consegna – ha detto il presidente della Regione, Michele Emiliano – è prevista alle ore 8 al Policlinico di Bari, dove le dosi verranno suddivise nei contenitori termici e consegnate ai punti di vaccinazione delle 6 province pugliesi, per la somministrazione”. I primi a essere vaccinati saranno operatori sanitari e ospiti di Rsa.

Ore 23,22 Sicilia

Alle 23:22 è atterrato all’aeroporto “Falcone Borsellino” di Palermo un C27J dell’Aeronautica militare proveniente dall’aeroporto hub di Pratica di Mare, dopo una tappa a Cagliari, con a bordo le prime 685 dosi di vaccino anti-covid della Pfizer. Il prezioso carico è stato sbarcato con l’assistenza dell’handler GH e preso in carico dai Carabinieri, per il trasporto all’interno della caserma dell’Esercito Scianna di Palermo. “Esprimo ulteriore apprezzamento per l’impegno dell’Esercito e per il ruolo dell’aeroporto al servizio di esigenze di contrasto alla pandemia e di messa in sicurezza sanitaria nella nostra realtà locale – ha detto Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e della Città Metropolitana -, in sintonia con le scelte del governo nazionale”. “Nella lotta al virus, l’aeroporto di Palermo è parte del progetto di distribuzione del vaccino, come subhub, assieme ad altri aeroporti italiani – ha commentato Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap, la società di gestione dello scalo aereo palermitano -. Continuiamo a dare il nostro contributo, in una battaglia che ci ha visti in prima linea sin dall’inizio della pandemia in azioni per garantire maggiore sicurezza dei passeggeri”.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy