Condividi:

Entra oggi in vigore in Francia l’ estensione generalizzata del pass sanitario obbligatorio e scandirà la vita quotidiana dei francesi per combattere l’epidemia che continua a divampare. Bar, ristoranti, cinema, teatri, ospedali, treni a lunga percorrenza… Ovunque, ormai, sarà necessario esibire il green pass i anche per bere un semplice caffè in terrazza.

Alla vigilia della sua entrata in vigore, il governo ha voluto rassicurare, specificando che ci sarebbe stata una prima settimana di tolleranza e rodaggio per questo nuovo strumento.

Già richiesto nei luoghi della cultura dal 21 luglio, assume la forma di un codice QR che deve essere presentato per il pranzo in un ristorante o per un drink in terrazza. “Il pass e il progresso della vaccinazione dovrebbero impedirci di ulteriori coprifuoco e confinamenti”, ha affermato domenica il ministro della Salute Olivier Véran a Le Parisien. Per essere valido, il pass, già in vigore in diversi paesi europei, deve dimostrare o un programma vaccinale completo o la guarigione dalla malattia attraverso un certificato di test positivo di almeno 11 giorni e inferiore a 6 mesi. , o infine una data del test negativo “meno di 72 ore”.

“Il pass e il progresso della vaccinazione dovrebbero impedirci di ulteriori coprifuoco e confinamenti”, ha affermato domenica il ministro della Salute Olivier Véran a Le Parisien. Per essere valido, il pass, già in vigore in diversi paesi europei, deve dimostrare o un programma vaccinale completo o la guarigione dalla malattia attraverso un certificato di test positivo di almeno 11 giorni e inferiore a 6 mesi. , o infine una data del test negativo “meno di 72 ore”.

Il pass sanitario da oggi in Francia può essere richiesto anche con decisione prefettizia nei negozi di oltre 20.000 mq, ma non sarà richiesto per una visita dal medico di base. Sarà invece negli ospedali, “ma in nessun caso dovrà costituire un ostacolo all’accesso a cure utili e urgenti”, sottolinea Véran

Su Twitter, il segretario di Stato per il Digitale, Cédric O, ha ricordato  che chi presenterà un pass “che non è il suo incorrerà in multe salate”, specificando che gli abbonamenti “utilizzati in modo improprio verranno inseriti nella lista nera e resi inutilizzabili”. Chi utilizza la tessera di un familiare è passibile di una multa di 4a classe di 750 euro (fissata a 135 euro se pagata in fretta), importo che sale a 1.500 euro in caso di recidiva entro 15 giorni. Il ministro dell’Interno Gérald Darmanin ha chiesto ai prefetti di mobilitare polizia e gendarmi per controllare, “in divisa e in abiti civili”, gli stabilimenti il ??cui accesso è subordinato alla presentazione di un lasciapassare, mirando in via prioritaria “le aree urbane e turistiche “e “luoghi di assembramento”, secondo un telegramma consultato dall’Afp.

Campagna di vaccinazione in Tunisia

La Tunisia, che da diversi mesi sta affrontando una grave crisi sanitaria, ha condotto domenica un’intensa campagna di vaccinazione contro il Covid-19 durante una giornata “a porte aperte”, dopo aver ottenuto più di sei milioni di dosi dai Paesi arabi e occidentali. Con i milioni di dosi di vaccino che si sono riversate in seguito alle donazioni nelle ultime settimane, la Tunisia spera ufficialmente di vaccinare circa il 50% della sua popolazione entro metà ottobre.

In Iran 500 decessi pe ri lcovid nell  ultime 24 ore

In Iran nelle ultime 24 ore sono stati registrati più di 500 decessi legati al coronavirus, un record dall’inizio della pandemia in questo Paese, il più colpito nel Vicino e Medio Oriente. L’Iran ha registrato ufficialmente 542 morti e 39.619 nuovi casi in 24 ore, due record che portano il bilancio delle vittime totale a 94.015 su 4.158.729 casi di infezione, secondo il ministero della salute.

Ancora allerta Covid in Australia

La terza città australiana, Brisbane (est), esce domenica da una reclusione di otto giorni, introdotta per combattere una recrudescenza dell’epidemia. Sydney (sud-est), dove l’epidemia sta divampando, sta entrando nella sua settima settimana di contenimento. Le autorità chiedono che la popolazione venga vaccinata, poiché questo paese ha poco più del 20% dei suoi abitanti completamente vaccinati.

L’Arabia Saudita riapre i pellegrinaggi a La Mecca

L’Arabia Saudita riaprirà il pellegrinaggio Omra (piccolo pellegrinaggio) alla Mecca ai pellegrini stranieri vaccinati, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale saudita. Le autorità saudite inizieranno ad accettare le richieste di ingresso da lunedì. Le frontiere sono state chiuse 18 mesi fa a causa della pandemia.

made with flourish - Coronavirus nel mondo: da oggi in Francia entra in vigore l'estensione generalizzata del pass sanitario obbligatorio

Covid: Messico, 7.573 nuovi casi e 172 decessi

Il Ministero della Salute messicano ha comunicato che domenica ci sono stati 7.573 nuovi casi di Covid-19, portando il numero totale di casi a 2.971.817, e 172 nuovi decessi con il totale delle vittime a 244.420. Secondo la Johns Hopkins University, il Messico – che si trova nel mezzo della terza ondata – è  il quarto paese al mondo con il maggior numero di morti per Covid-19, dietro gli Stati Uniti, Brasile e India, ed è tornato al quindicesimo nel numero di infezioni. Il Messico negli ultimi quattro giorni ha registrato piu’ di 19.000 infezioni al giorno, il numero piu’ alto dal picco della seconda ondata a gennaio. Le autorità sanitarie ritengono che la pandemia abbia provocato più di 350.000 morti nel paese e stimano che il Messico abbia effettivamente 3.172.544 casi di infezione. Di questa cifra, 139.361 sono casi attivi, che hanno presentato sintomi negli ultimi 14 giorni e rappresentano il 4,4% del totale. Le persone guarite sono 2.326.466 dall’inizio della pandemia. L’occupazione media dei letti generali negli ospedali messicani e’ del 52%, e del 44% per i letti di terapia intensiva.

Covid: Brasile, 399 morti ieri, bilancio vittime a 563.151

Ieri il Brasile ha registrato 399 nuovi decessi associati al Covid-19, portando il bilancio delle vittime a 563.151 dall’inizio della pandemia, che, nonostante i numeri, è attualmente in fase di rallentamento. Secondo l’ultimo bollettino del Ministero della Salute, il paese, uno dei piu’ colpiti dalla SARS-CoV-2 nel mondo, ha ora un totale di 20.165.672 persone infettate dal virus, con altri 13.893 casi positivi nelle ultime 24 ore. Anche se le statistiche sono di solito piu’ basse nei fine settimana a causa della ridotta attivita’ degli enti pubblici, il numero di morti e di casi di Covid-19 e’ sceso bruscamente nell’ultimo mese e mezzo grazie agli effetti della campagna di vaccinazione.

I casi di covid nel mondo

Più di 202 milioni di casi sono stati registrati in tutto il mondo dalla fine del 2019 e la pandemia ha ucciso almeno 4,28 milioni, secondo un conteggio effettuato domenica dall’AFP da rapporti ufficiali. Gli Stati Uniti sono il Paese con il maggior numero di morti (616.828 secondo l’ultimo rapporto di domenica), davanti a Brasile (563.151 a domenica), India (427.862), Messico (244.248) e Perù (196.873).
 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy