Condividi:

La pandemia ha provocato fino a questo momento 2.621.295 morti secondo gli ultimi conteggi effettuati da AFP sulla base di fonti ufficiali. Negli Stati Uniti le vittime sono 530.624, in Brasile 272.889, in Messico 192.488, in India 158.189 e nel Regno Unito 124.987.

Brasile, altri 2.233 morti. Con il 3% della popolazione mondiale ha il 10% di vittime

Il Brasile ha riportato, per il secondo giorno consecutivo, oltre 2mila morti per Covid-19. Sono 2.233 i decessi registrati nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino del ministero della Salute, che riporta anche di 75.412 nuovi contagi. Il Paese ha accertato in totale 11.277.717 casi dall’inizio della pandemia, con il bilancio dei morti arrivato a 272.889. Il Brasile è il terzo Paese al mondo più colpito dal coronavirus dopo gli Usa e l’India. Con suoi 210 milioni di abitanti, ha poco meno del 3% della popolazione mondiale, ma, essendo uno degli epicentri globali della pandemia, accumula il 10,3% dei decessi dal coronavirus in tutto il mondo e il 9,5% del totale infetto. I dati fanno parte di un bollettino diffuso giovedì dalla Fondazione Oswaldo Cruz (Fiocruz), il più grande centro di ricerca medica dell’America Latina e collegato al Ministero della Salute, per dimostrare che il Brasile sta vivendo “lo scenario peggiore dall’inizio della pandemia”.   

Guerra in Texas tra Stato e capitale su mascherine

E’ guerra sulle misure anti Covid in Texas tra lo Stato, controllato dai repubblicani, e la capitale Austin, guidata dai democratici. Il procuratore generale Ken Paxton ha citato in tribunale il sindaco della città Steve Adler e altre autorità locali per la loro decisione di mantenere l’obbligo di mascherina contro la pandemia, sfidando il decreto con cui il governatore Greg Abbott ha revocato ogni restrizione.

Novavax, vaccino efficace all’89,7%

L’azienda biotech statunitense Novavax ha confermato che il suo vaccino è efficace all’89,7% contro il Covid-19, ma che tale efficacia è ridotta in modo importante contro la variante sudafricana (48,6%), secondo i risultati definitivi dei test clinici. L’efficacia contro la variante inglese resta invece alta (86,3%). Con questi dati la società si prepara a chiedere l’autorizzazione d’urgenza, in particolare nel Regno Unito, dove Novavax ha già annunciato la scorsa settimana di volerla presentare all’inizio del secondo trimestre del 2021.

made with flourish - Coronavirus nel mondo: in Brasile il 10 per cento delle vittime nel mondo

Canada, non ci sono prove che AstraZeneca dia problemi

Il dipartimento della salute del Canada, in una nota, afferma che non ci sono ad ora indicazioni che il vaccino AstraZeneca COVID-19 provochi effetti avversi come la coagulazione del sangue, che ha spinto Danimarca e Norvegia a sospenderne temporaneamente l’uso. “In questo momento, non ci sono indicazioni che il vaccino abbia causato questi eventi”, sostiene. La dichiarazione aggiunge che nessuno dei lotti del vaccino che erano al centro delle indagini in Europa era stato consegnato in Canada.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy