Condividi:
130126158 da41229d f221 41a9 b23b e106d3c752be - Coronavirus nel mondo, risalgono i casi nel Regno Unito. Il Vietnam scopre nuova variante

Il numero dei nuovi contagiati nel Regno Unito non era mai stato così alto negli ultimi due mesi: ieri se ne sono registrati infatti 4.182, per un totale di 20.765 negli ultimi sette giorni, con un aumento del 24 per cento in una settimana. La crescita, dovuta alla cosiddetta variante indiana che si diffonde tra vaccinati con una sola dose e non vaccinati, fa ritenere che il Paese sia di fronte alla terza ondata e spinge alla cautela il governo sulla questione delle riaperture. L’esecutivo è criticato però per la lentezza con cui ha imposto la quarantena a chi tornava dall’India. Intanto anche le autorità britanniche, dopo quelle europee, hanno autorizzato l’uso del vaccino di Johnson & Johnson.

La variante vietnamita

È stata rilevata in Vietnam una nuova variante del coronavirus, altamente trasmissibile, cha ha causato una recente impennata di casi nel Paese asiatico. Lo ha dichiarato ai media il ministro della Salute, Nguyen Thanh Long. Il sequenziamento genetico ha indicato come la nuova variante sia una via di mezzo tra quella indiana e quella inglese. Il governo di Hanoi dovrebbe fare presto un ulteriore annuncio per spiegare meglio le peculiarità di questo nuovo ceppo. Il Vietnam, che ha riportato solo circa 6.400 infezioni e 47 morti per Covid dall’inizio della pandemia, è considerato un esempio da seguire nella lotta alla diffusione del coronavirus.

Migliora la situazione in India

L’India ha riportato 173.790 nuove infezioni da coronavirus nelle ultime 24 ore, il suo aumento giornaliero più basso in 45 giorni, mentre i decessi sono aumentati di 3.617. Il conteggio delle infezioni della nazione asiatica a quota 27,7 milioni, con il bilancio delle vittime a 322.512, secondo i dati del ministero della salute.

Il caso Cile

Il Cile ha registrato oggi la seconda quota giornaliera piu’ alta di contagi da oronavirus dall’inizio della pandemia con 8.680 nuovi casi, secondo dati ufficiali. Questo nonostante il 52 per cento della popolazione risulti gia’ vaccinato con entrambe le dosi. “Assistiamo a questo aumento dei casi con preoccupazione. La cosa piu’ importante e’ mantenere sempre le misure di prevenzione mentre i cittadini continuano la vaccinazione”, ha detto il ministro della Salute, Enrique Paris, in una conferenza stampa. Il numero totale dei contagi dall’inizio della pandemia si e’ quindi attestato a 1,36 milioni di infezioni, mentre sono 28.928 i morti con 119 decessi nelle ultime 24 ore. “Solo quattro (delle 16) regioni diminuiscono i loro casi negli ultimi sette giorni”, ha aggiunto Paris, che ha sottolineato che Il tasso di positivita’ nazionale si e’ attestato ancora una volta per il quinto giorno consecutivo sopra il 10 per cento con oltre 72.000 tamponi effettuati.

In Brasile 460mila vittime

Quasi 460 mila i decessi per covid-19 in Brasile. Nelle ultime 24 ore 49.768 i nuovi casi e 2.371 i morti a causa del coronavirus. Il Paese registra un totale di 459.045 morti dall’inizio della pandemia. Il ministero della Salute, nel suo più recente bollettino epidemiologico, ha indicato che nelle ultime 24 ore  il numero di contagiati è diminuito (-26,23%) ma si è registrato un lieve aumento dei decessi giornalieri (5,61%) rispetto alle 24 ore precedenti.

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy