Condividi:
175814001 3440fc85 efa3 41fd b277 7fc23787684e - Covid, focolaio dopo festa nel Messinese: il sindaco di Capizzi chiede la zona rossa, la Regione dice sì

Capizzi diventa zona rossa da domani, domenica 3, fino al 13 gennaio. Lo ha deciso la Regione dopo la richiesta di chiudere tutto avanzata dal sindaco. Il caso della festa con 150 invitati in un ristorante di Nicosia (Enna), che avrebbe determinato una ulteriore diffusione del Covid 19 a Capizzi (Messina), continua a suscitare preoccupazioni. La festa, con la maggior parte di invitati di Capizzi, ma diversi anche di Nicosia, è stata organizzata lo scorso 20 dicembre per un diciottesimo e negli ultimi giorni nel piccolo centro del Messinese si è registrato un forte aumento di casi Covid, con oltre 50 positivi al test molecolare, una trentina risultati positivi al test rapido, ma diverse persone che manifestano sintomi e sono in attesa dei test.

Il 30 dicembre sono stati sottoposti al test tutti gli operatori del ristorante di Nicosia dove si e’ svolta la festa che sono risultati negativi. Il sindaco di Capizzi, Leonardo Principato Trosso, ha annunciato di avere già richiesto al presidente della Regione, Nello Musumeci, l’istituzione della zona rossa dopo la morte di un sessantottenne. “Dopo la festa c’è stata una escalation, forse non direttamente correlata – ha detto – ma il virus era già presente nella nostra comunità e, ovviamente, in un momento come questo, non era assolutamente opportuno fare alcunche’. L’istituzione della zona rossa sarebbe un aiuto per debellare più in fretta la diffusione. Purtroppo, le imposizioni ci fanno bene”.

E la Regione ha detto sì. Il Comune di Capizzi, in provincia di Messina, dalle ore 14 di domani (domenica 3 gennaio) sarà “zona rossa” per dieci giorni. “Lo prevede – si legge in una nota – un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, vista la relazione dell’Asp e sentito il sindaco, serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus. Le misure restrittive resteranno in vigore fino alla mezzanotte di mercoledì 13 gennaio”. 

Fonte: Repubblica

Condividi:

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi /prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy